News

Green pass obbligatorio negli uffici pubblici, firmato Dpcm: tutte le misure

Green pass lavoratori
Firmato Dpcm con tutte le misure in vista dell'obbligo del Green pass, per gli uffici pubblici, a partire dal 15 ottobre. Di seguito tutti gli aggiornamenti.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato il nuovo Dpcm che prevede l’obbligo di Green pass per tutti i lavoratori nel pubblico a partire dal prossimo 15 ottobre. 

Il nuovo Dpcm prevede che chi non è in possesso di Green pass è considerato come assente ingiustificato e dunque allontanarsi dal posto di lavoro includendo nel periodo di assenza anche le eventuali giornate festive o non lavorative.Tuttavia, in nessun caso l’assenza della certificazione verde comporta il licenziamento.

Inoltre, per i controlli del green pass, il datore di lavoro sarà libero di organizzare i controlli con l’app verifica c-19. “I controlli potranno avvenire all’accesso – si legge in una nota – evitando ritardi e code durante le procedure di ingresso, o successivamente, a tappeto o su un campione quotidianamente non inferiore al 20% del personale in servizio, assicurando la rotazione e quindi il controllo di tutto il personale”.

Il Dpcm prevede maggiore flessibilità negli orari di ingresso e di uscita dal lavoro: “Ogni amministrazione, anche al fine di non concentrare un numero eccessivo di personale sulle mansioni di verifica della certificazione verde, dovrà provvedere ad ampliare le fasce di ingresso e di uscita dalle sedi di lavoro del personale alle proprie dipendenze” – affermano fonti di governo.

Università di Catania