Scuola

Scuola, docenti allontanati per Green Pass “scaduto”: il Ministero chiarisce

green pass docenti scuola
Il Ministero dell'Istruzione ha chiarito il modo corretto di verifica del Green Pass per tutti i docenti e collaboratori prima di fare ingresso negli edifici scolastici.

Il Ministero dell’Istruzione ha chiarito tramite alcune Faq l’uso e le regole del Green Pass a scuola. Infatti, come già noto, tutti i docenti e i collaboratori devono essere in possesso del Green Pass per accedere e per continuare a prestare servizio. Il Ministero dell’Istruzione ha chiarito, tramite tali faq, a seguito di un episodio che si è registrato qualche giorno fa in merito ad un caso di Green Pass risultato non valido ad un secondo controllo. 

Infatti, il Ministero ha chiarito che il Green Pass può essere controllato solamente una volta e cioè prima dell’ingresso nell’edificio scolastico. “L’art. 9-ter del D.L. 22 aprile 2021, n. 52 prevede l’obbligo – si legge – per tutto il personale scolastico del sistema nazionale di istruzione, del possesso e dell’esibizione della certificazione verde COVID-19. La verifica delle certificazioni verdi viene effettuata mediante l’utilizzo dell’app “VerificaC19”, oppure con la modalità semplificata resa disponibile nell’ambito del Sistema Informativo dell’Istruzione (SIDI)”.

“Al riguardo, si precisa che l’art. 13, comma 8, del D.P.C.M. 17 giugno 2021, introdotto dal D.P.C.M. 10 settembre 2021 – continua la nota –  chiarisce che tale verifica avviene quotidianamente prima dell’accesso del personale interessato nella sede ove presta servizio. Parimenti, la nota MI 9 settembre 2021, n. 953, al punto I, prevede che il controllo sul possesso delle certificazioni verdi COVID-19 sia effettuato quotidianamente e prima dell’accesso del personale nella sede ove presta servizio”. 

UNIVERSITÀ DI CATANIA