Scuola

News scuola, regole per il rientro: le indicazioni dell’OMS

News scuola
News scuola: rientro tra i banchi in presenza ma in sicurezza: l'OMS raccomanda di seguire alcune regole per evitare la diffusione del contagio. Ecco quali.

News scuola: già molti studenti sono ritornati in classe ma, nonostante il ritorno per tutti in presenza dopo un anno di Dad, il virus è ancora in circolazione ed è importante rispettare le norme di sicurezza. A causa dei grandi flussi che, ogni giorno, attraversano gli edifici scolastici, sin da subito le scuole sono state i luoghi più temuti.


Scuola, oggi al via: le date di inizio per ogni regione


A tal proposito, in occasione del ritorno sui banchi, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha illustrato, all’interno del suo report settimanale, alcune regole utili da seguire per assicurare la sicurezza all’interno degli ambienti scolastici. 

Nonostante si fosse parlato di escludere l’utilizzo delle mascherine, in particolare, l’OMS raccomanda di continuare a indossare i dispositivi di protezione individuale e di mantenere il distanziamento tra gli alunni e le alunne. 

Oltre alle regole stabilite dall’OMS, ricordiamo che tutto il personale scolastico deve avere ed è tenuto a esibire il green pass. Un’app assicurerà il corretto funzionamento dei controlli. Inoltre, per l’accesso nei locali sarà richiesto il certificato anche ai genitori degli studenti e delle studentesse.


Green pass, dalle Rsa alle scuole: ecco dove sarà obbligatorio


News scuola: il report dell’OMS

“I bambini e gli adolescenti positivi al Covid generalmente presentano sintomi lievi della malattia, ma il rischio di trasmissibilità del virus da parte di questa fascia d’età dipende molto da fattori ambientali e dalle misure messe in campo per controllare il virus”, si legge nel report.

“Per questo motivo – continua il report dell’OMS -, e in attesa di ulteriori indagini, l’uso delle misure di prevenzione e protezione (indossare la mascherina, il lavaggio delle mani, l’attenzione al distanziamento) e la ventilazione degli ambienti chiusi, dovrebbero essere mantenuti e implementati nelle scuole e per tutte le fasce d’età. In particolare per i bambini under 12 che oggi non posso essere vaccinati”.

 

 

Rimani aggiornato

Università di Catania