Catania

Torna il Giro di Sicilia, tappa anche a Catania: fondi e lavori per la viabilità

Giro di Sicilia
Il Giro di Sicilia partirà presto e farà tappa anche a Catania. Per l'occasione, la Regione ha stanziato dei fondi da utilizzare per la messa in sicurezza, ammodernamento e ripavimentazione delle strade.

Torna il Giro di Sicilia. La manifestazione si terrà dal 28 settembre al 1 ottobre 2021. La manifestazione coinvolge ciclisti di massimo livello ed è stata ripristinata nel 2019 grazie all’intesa tra Regione Siciliana e Rcs sport.

Si tratta di una delle più antiche e gloriose corse a tappe italiane: si pensi che la prima edizione si svolse nel 1907, due anni prima della nascita del Giro d’Italia.

In corrispondenza della prima tappa, il Giro passerà anche a Catania. 

Previsti fondi per i lavori stradali

Ammontano, complessivamente, a sei milioni di euro gli interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria della viabilità secondaria di otto province siciliane deliberati dal governo Musumeci in vista dell’edizione 2021 del Giro di Sicilia.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

Nello specifico, per la provincia di Catania sono stati stanziati 970 mila euro. Questi fondi dovranno essere utilizzati per la manutenzione e la sistemazione delle strade.

Giro di Sicilia: le somme stanziate per ciascuna provincia

Prima tappa

  • Agrigento: 320 mila euro;
  • Caltanissetta: 350 mila euro;
  • Catania: 970 mila euro;
  • Messina: 270 mila euro;
  • Ragusa: 545 mila euro;
  • Siracusa: 545 mila euro.

Seconda tappa

  • Trapani: 785 mila euro per la manutenzione della tratta da Selinunte a Poggioreale, sino all’innesto con la Sp 624;
  • Palermo: un milione 330 mila euro per la tratta da Poggioreale sino a Mondello.

Terza tappa

Palermo-Messina: 885 mila euro per la manutenzione della tratta da Termini Imerese fino a Caronia,

Siamo al lavoro per definire gli ultimi progetti e avviare i cantieri in meno di una ventina di giorni – ha dichiarato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone – Il prestigioso appuntamento del Giro di Sicilia, rilanciato con l’impegno del collega assessore allo Sport e Turismo Manlio Messina, diventa anche quest’anno opportunità per estendere ulteriormente il risanamento della viabilità interna.

Da Taormina a Gela, da Selinunte a Cefalù passando per la valle del Belice e Palermo, sui percorsi delle tre tappe attueremo in tempi record i lavori di messa in sicurezza – ha concluso Falcone – , ammodernamento e ripavimentazione che andranno a beneficio di utenti e territori“.