Sport

Paralimpiadi Tokyo 2020, dal nuoto all’atletica: i siciliani in gara

paralimpiadi Tokyo 2020
Quest'anno alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 partecipano ben 7 atleti siciliani: ecco chi sono.

Ieri, 24 agosto 2021, sono cominciati i XVI Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, che termineranno il 5 settembre. Tra i partecipanti ci sono 7 atleti siciliani, di cui cinque donne e due uomini, ognuno con la propria storia: ecco chi sono, dal più giovane al più maturo.

Misha Palazzo, 19enne palermitano, partecipa per la prima volta ai Giochi Paralimpici, nella specialità di nuoto.

A seguire Misha c’è la sorella Xenia Francesca Palazzo di 23 anni, i cui migliori risultati sono il secondo posto nei 400 stile libero ai campionati mondiali di Londra nel 2019 e l’oro nel 2018 ai campionati europei di Dublino.

In gara per la disciplina di tiro con l’arco, invece, troviamo Maria Andrea Virgilio, 24 anni, di Valderice (TP), che vanta un record europeo e uno del mondo.

Sempre di Palermo, c’è Antonino Bossolo, 26 anni, che, sposato e padre di un bimbo di 9 mesi, è l’unico atleta italiano a gareggiare nella specialità del taekwondo.

Per il judo, inoltre, c’è Carolina Costa, messinese di 27 anni. Figlia dell’ex atleta olimpica di lotta libera Katarzyna Juszczak, dichiara: “I miei genitori avevano una palestra e calpesto il tatami sin da bambina: proprio sul tatami passavo la maggior parte delle ore della mia giornata”.

In gara nella specialità di atletica, Monica Contrafatto, di Gela, che nel 2012 ha ricevuto la Medaglia d’oro al valore militare per il comportamento tenuto durante un attacco nemico in Afghanistan, a causa del quale rimase ferita gravemente.

Infine, per la scherma vediamo gareggiare Loredana Trigilia, 45 anni, di Siracusa, che alle Olimpiadi di Rio del 2016 ha vinto la medaglia di bronzo nel fioretto a squadre.

 

 

Rimani aggiornato

Università di Catania