Università in pillole

Migliori università Psicologia: la classifica Censis 2021/2022

Quali sono le migliori università di Psicologia? Lo svela la classifica Censis 2021/2022 che analizza atenei statali e non statali per questa area di studio.

Quali sono le migliori università di psicologia? Ad orientarci, ci aiutano le classifiche Censis, stilate ogni anno per aiutare gli studenti nella scelta dell’ateneo più adatto alle proprie esigenze.

Le graduatorie stilate e pubblicate sono 64: si va dalla valutazione delle strutture disponibili a quella dei servizi erogati, dal livello di internazionalizzazione e dell’occupabilità fino alla comunicazione 2.0 degli atenei statali e non statali.

Classifica Censis: i parametri di valutazione

Ma secondo quali criteri vengono valutate le università? Nello specifico, si prendono in considerazione i rami di studio, concentrandosi su due macro fattori: la progressione di carriera degli studenti e l’internazionalizzazione.

Per quanto riguarda il primo fattore, i parametri includono tre elementi: tasso di persistenza tra tra il primo e il secondo anno; tasso di iscritti regolari; asso di regolarità dei laureati. Per il secondo, invece,, i parametri presi in considerazione sono: mobilità di studenti in uscita; università ospitanti (numero di università/strutture straniere che hanno ospitato gli studenti “Erasmus” o studenti che hanno partecipato ad altri programmi di mobilità internazionale); studenti stranieri iscritti.

Le migliori università Psicologia per l’A.A. 2021/22: triennali

Vediamo adesso quali sono, secondo la classifica Censis di quest’anno, le migliori università in ambito psicologico. Concentriamo, prima di tutto, la nostra attenzione sui corsi di laurea triennali.

Per quel che riguarda gli atenei statali, al primo posto troviamo l’Università di Bologna con 109 punti. Al secondo posto, c’è l’Università di Padova con 105,5 punti a pari merito con l’Università di Trento. Al terzo posto, invece, l’Università di Torino con un punteggio di 98. Quartultima e terzultima, invece, l’Università di Palermo e di Catania.

Prendendo in considerazione gli atenei non statali, troviamo invece la seguente classifica: al primo posto con 97 punti Milano Cattolica. A seguire, al secondo posto, Roma Europea con un punteggio di 96 punti. Terzo posto, con 94,5 punti, la Milan San Raffaele. Ultimo posto per la Kore di Enna, che ottiene 70,5 punti.

Le migliori università Psicologia per l’A.A. 2021/22: bienni

Prendiamo, a seguire, in considerazione le classifiche che riguardano i bienni. Nel campo degli atenei statali, spicca al primo posto l’Università di Trento con un punteggio di 110. A seguire, al secondo posto, troviamo l’Università di Pavia con 92,5 e al terzo posto l’Università di Bologna con 91,5.  All’ultimo posto, si piazza l’Università dell’Aquila con un punteggio di 66,5.

Per quanto riguarda le biennali non statali, troviamo invece: Milano Cattolica al primo posto con un punteggio di 85,5. Al secondo posto, Milano San Raffaele e Roma Europea con 80,5. Terzo posto per Roma LUMSA (80 punti) e ultimo per la Kore di Enna (72 punti).

Classifica università psicologia: la posizione di UNICT

E l’Università di Catania dove si colloca? Secondo le classifiche Censis di quest’anno, Unict va male per quanto riguarda le triennali e meglio per quel che riguarda il biennio. Nella classifica relativa al triennio in psicologia, l’Ateneo catanese si piazza infatti al terzultimo posto della classifica con un punteggio di 77.

Va meglio, invece, per quanto riguarda il biennio. Nella classifica dei bienni in psicologia degli atenei statali, l’Università di Catania si piazza infatti in 16esima posizione con un punteggio di 76,5. L’Ateneo ottiene 81 punti per quanto riguarda la progressione di carriera e 72 per l’internazionalizzazione.


Classifica Censis 2021: siciliane in fondo, ma spicca Palermo tra i “mega atenei”

Rimani aggiornato

Università di Catania