Catania

Maxi piantagione di marijuana tra arance e limoni: arrestato 27enne nel Catanese

Scovata una vasta piantagione di canapa tra alberi di arance e limoni nel Catanese: questa avrebbe fruttato circa un milione e 500mila euro.

Una vasta piantagione di marijuana è stata trovata in mezzo ad un agrumeto di arance e limoni in provincia di Catania. La scoperta è stata effettuata dai finanzieri del Comando Provinciale di Catania, in seguito alla perlustrazione delle zone di Motta Sant’Anastasia, resa possibile anche attraverso l’ausilio di mezzi aerei che hanno segnalato la presenza di 740 piante di marijuana alte tra i 50 centimentri e i due metri.

Proprio nelle campagne di Motta Sant’Anastasia, vicino a Misterbianco, i finanzieri hanno scovato un terreno vasto oltre 1000 metri quadrati. All’interno è stato trovato un 27enne, intento alla precisa cura della piantagione, munito di tutti i comfort per una dimora duratura sul posto: cucinino a gas, letto, TV con antenna, acqua e cibo.

Trovato, inoltre, diverso materiale per la coltivazione e la lavorazione della marijuana, insieme a un bilancino di precisione e a un totale di 500 grammi di sostanza, pronta per essere venduta.

Durante la perlustrazione e il controllo dell’agrumeto e del capannone ritrovato al suo interno, i finanzieri hanno constatato una minuziosa attenzione per la coltivazione della sostanza stupefacente. Infatti, le piante sono state trovate perfettamente disposte su oltre 30 filari, con un sistema di irrigazione a goccia collegato a diverse cisterne d’acqua e un gruppo elettrogeno a combustibile. Un piano infallibile, che avrebbe portato ad un guadagno di circa un milione e 500mila euro.

Il 27enne, dopo essere stato arrestato in flagranza, è stato trasportato al carcere Piazza Lanza di Catania.

Rimani aggiornato

Università di Catania