Università in pillole

Migliori università Giurisprudenza: la classifica Censis 2021/2022

Quali sono le migliori università di Giurisprudenza? Lo svela la classifica Censis 2021/2022 che analizza atenei statali e non statali per questa area di studio.

La “Classifica Censis delle Università Italiane”, stilata ogni anno, è uno strumento utile per tutti gli studenti che si apprestano a scegliere quale università frequentare. Anche quest’anno, sono state pubblicate le 64 graduatorie che la compongono e che spaziano dalla valutazione delle strutture disponibili alla valutazione dei servizi erogati, del livello di internazionalizzazione e dell’occupabilità, fino alla comunicazione 2.0 degli atenei statali e non statali.


 Migliori Università Medicina: la classifica Censis 2021/22


Classifica Censis: i parametri di valutazione

Per quanto riguarda i parametri di valutazione, che vengono utilizzati per i rami di studio, vengono presi in considerazione due macro fattori: progressione di carriera degli studenti e internazionalizzazione.

Per quanto riguarda la prima aerea, i parametri includono tre fattori: tasso di persistenza tra tra il primo e il secondo anno; tasso di iscritti regolari; asso di regolarità dei laureati. Per la seconda area invece, i parametri presi in considerazione sono i seguenti: mobilità di studenti in uscita; università ospitanti (numero di università/strutture straniere che hanno ospitato gli studenti “Erasmus” o studenti che hanno partecipato ad altri programmi di mobilità internazionale); studenti stranieri iscritti.

Le migliori università di Giurisprudenza per l’a.a. 2021/2022

Nel caso specifico Giurisprudenza, a dominare la classifica Censis in riferimento all’anno accademico 2021/2022 è l’Università di Trento con un punteggio generale di 104,5. A seguire, in seconda posizione, troviamo l’Università di Bologna con un punteggio di 99. Mentre chiude il podio la Insubria con un punteggio di 97,5.

Perde posizione, rispetto allo scorso anno dove si piazzava prima, il Piemonte Orientale che quest’anno arriva a 96 punti. In generale, la parte superiore della classifica – e quindi i punteggi più alti – sembra monopolizzata dagli atenei del Nord Italia. In 19esima posizione troviamo la prima siciliana in classifica, che è l’Università di Palermo con 83.5 punti. Agli ultimi posti, troviamo Messina con 74 punti, Cassino con 73,5 punti e Molise con 70,5 punti.

Per quanto riguarda gli atenei non statali, troviamo invece al primo posto Milano Bocconi con un punteggio di 109,5. Al secondo posto, segue Roma LUISS con un punteggio di 105, mentre al terzo si piazza Milano Cattolica con 96 punti. La KORE di Enna si colloca al terzultimo posto con un punteggio di 75,5.

Classifica università giurisprudenza: la posizione di UNICT

Dove si piazza l’Università di Catania nella classifica Censis per l’anno 2021/2022? Rispetto all’anno scorso, l’Ateneo catanese guadagna qualche posizione. Quest’anno UNICT si colloca al trentesimo posto (sestultima) con un punteggio generale di 75,5. L’anno scorso, il Dipartimento di Giurisprudenza occupava l’ultimo posto in classifica con un punteggio di 68 punti.

Nel dettaglio, l’Università di Catania ottiene un punteggio di 79 per quanto riguarda la progressione di carriera e 72 per quel che riguarda l’internazionalizzazione.


Classifica Censis 2021: siciliane in fondo, ma spicca Palermo tra i “mega atenei”

Università di Catania