Attualità

Green pass per aerei, treni e traghetti: in arrivo nuovo obbligo

Green Pass
Green Pass: presto anche per chi viaggia su treni, aerei e traghetti potrebbe risultare necessario. Ecco su cosa attualmente discute il Governo Draghi.

Mentre in alcune piazze si protesta contro l’obbligatorietà del Green Pass, il Governo Draghi continua a proporre nuove limitazioni per chi non possiede tale strumento.

Green pass sui mezzi a lunga percorrenza

Il nuovo obiettivo del governo in carica sarebbe quello di estendere il certificato verde per i mezzi di trasporto a lunga percorrenza (aerei, treni, navi e traghetti)  dalla fine di agosto. Tali novità non verrebbero introdotte già dal 6 agosto per evitare di mettere a rischio i viaggi già precedentemente prenotati.  Il certificato, secondo le attuali previsioni, sarà richiesto a tutti i passeggeri con età superiore ai 12 anni.

Diverso il discorso per il trasporto pubblico locale. In questo caso, almeno per il momento, non sarebbe previsto l’obbligo di Green pass: al contrario si penserebbe di aumentare in maniera significativa il numero dei mezzi a disposizione, specie in vista della riapertura delle scuola.

E a scuola?

Proprio in merito alla scuola, per la prossima settimana è previsto un meeting con al centro il tema delle vaccinazioni per il personale scolastico.

Il Presidente ANP (Associazione nazionale dirigenti pubblici), Antonello Giannelli aveva già sottolineato a Fanpage.it che “si deve decidere che chi non si vaccina non può insegnare fino a quando non sarà vaccinato”.

Inoltre, è in programma un incontro tra sindacati e il ministro Bianchi, per discutere sull’obbligatorietà del certificato per il personale scolastico. Il tema sarà affrontato nei prossimi giorni per non arrivare impreparati  all’inizio del nuovo anno scolastico 2021/22. Secondo le ultime indiscrezioni, si punterebbe più ad una forte raccomandazione che al raggiungimento di un obbligo vero e proprio.

Green pass per le visite parentali in ospedale

Oltre a palestre, ristoranti e cinema, adesso anche le sale d’attesa e i reparti degli ospedali si aggiungono alla lista dei luoghi in cui presto sarà possibile entrare solo con la certificazione verde.

Le visite ai parenti ricoverati, dunque, non saranno più possibili in mancanza di questo strumento: è questa la decisione presa dal Ministero della Salute nelle scorse ore.

Green pass all’università: dopo le ipotesi un ateneo introduce primo obbligo

Rimani aggiornato

Università di Catania