News

Bandiere verdi 2021: Sicilia sul podio con 18 spiagge per bambini

spiagge
Ogni anno, a livello internazionale viene stilato un elenco di spiagge con bandiera verde, che indica quelle spiagge idone a famiglie con bambini. All'elenco nazionale se ne aggiungono due, entrambe in Sicilia!

È verde, la bandiera, che dal nord al sud Italia indica le spiagge più idonee ai bambini. Ad oggi, in tutto lo stivale se ne contano 148. Oggi ad Alba Adriatica è stato pubblicato l’elenco tanto atteso. L’ideatore dell’iniziativa, il pediatra Italo Farnetani conferma che tutte le spiagge verdi 2020 sono state riconfermate anche quest’anno e se ne sono aggiunte di nuove. La cerimonia di consegna delle 148 Bandiere verdi si terrà ad Alba Adriatica il 10 luglio.

Due nuove bandiere verdi in Sicilia

Le new entry in Italia sono due spiagge siciliane: a spiaggia di Sampieri nel comune di Scicli e di Tonnarella nel comune di Mazara del Vallo, le altre invece riguardano l’estero (Spagna e Tanzania).

Le bandiere verdi della Sicilia

Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara località Tre Fontane, Torretta Granitola (Trapani), Casuzze, Punta Secca e Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Marina di Lipari, Acquacalda, Canneto (Messina), Marina di Ragusa, Marsala Signorino (Trapani), Mondello (Palermo), alcuni punti della Plaja di Catania, Porto Palo di Menfi (Agrigento), Pozzallo zona Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Vendicari (Siracusa).

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Sicilia e Calabria in parimerito

Con l’aggiunta di due nuove spiagge verdi, la Sicilia raggiunge la Calabria, festeggiando un pari merito. Le due vicine regioni, raggiungono infatti quota 18 spiagge verdi ciascuna. Segue la Sardegna con 16 bandiere verdi, che mantiene il suo secondo posto. E terza resta anche la Puglia con 13 comuni insigniti, battendo per un soffio le Marche che di bandiere verdi ne hanno 12.

I requisiti necessari per essere spiaggia verde

il pediatra Italo Farnetani elenca i requisiti che fanno di una spiaggia, una spiaggia verde, ossia a misura di baby-bagnante

  • spazi fra gli ombrelloni e acqua che non diventi subito alta,
  • presenza di attività ludiche,
  • servizi dedicati ai bambini e alle famiglie,
  • presenza di locali di relax, svago e divertimento per i genitori.

Farnetani dichiara: La chiave di lettura è che è in vacanza l’intera famiglia. Per la qualità delle acque e la possibilità di balneazione i riferimenti sono le strutture istituzionali e pubbliche. Per l’Italia le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli”.

Pediatri giudici

Un ultimo dato è quello dei pediatri italiani e stranieri che in 14 anni hanno partecipato alla ricerca: sono in totale 2.753 e a loro si deve la scelta delle località che oggi stringono in mano la loro bandiera verde. Farnetani precisa: “Il loro ruolo è determinante perché per l’assegnazione della bandiera verde tutto dipende dai medici che esprimono un parere professionale, infatti per ottenere il vessillo non ci sono autocandidature. L’elenco che è scaturito, che è stato presentato a congressi medici internazionali e pubblicato anche in riviste scientifiche internazionali in lingua inglese, è l’unica mappa pediatrica per la balneazione e la fruizione del mare da parte dei bambini esistente al mondo”.

Quest’anno, conclude Farnetani, la vacanza al mare ha un ruolo ancora più grande del solito per lo sviluppo psico-affettivo dei bambini, perché compenserà tutte le carenze dettate dalle necessarie restrizioni osservate per combattere la pandemia. Fra i benefici per recuperare lo stress, c’è la possibilità di frequentare i compagni per favorire l’identificazione nel gruppo dei coetanei e svolgere attività fisica e motoria, la vita all’aria aperta”.