Attualità

Pagamento pensioni: le date di giugno, luglio e agosto 2021

poste italiane
Pagamento pensioni: ci sono novità per coloro che riscuotono mensilmente presso i locali delle Poste Italiane. Ecco l'ordinanza della Protezione Civile.

Pagamento pensioni: continuano e continueranno per l’estate 2021 gli addebiti in anticipo per i clienti che si recheranno a ritirare  presso i locali delle Poste Italiane. La misura, causata originariamente dallo scoppio della pandemia da Coronavirus, resa necessaria dall’obiettivo di limitare i contagi durante le attese agli uffici postali, si è rivelata una manovra positiva, che ha reso più ordinato il processo di consegna delle pensioni, precedentemente fissato ai primi giorni di ogni mese. Cosa cambierà, dunque, per i prossimi mesi?

Pagamento pensioni: l’ordinanza della Protezione Civile

Le pensioni continueranno ad essere pagate con qualche giorno di anticipo ogni mese, almeno per i prossimi tre mesi. Così è stato deciso dalla Protezione Civile, che lo scorso 18 maggio ha diffuso l’ordinanza numero 778, che spiega come “Poste Italiane S.p.A. adotta misure di programmazione dell’accesso agli sportelli dei soggetti titolari del diritto alla riscossione delle prestazioni idonee a favorire il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus COVID-19, anche attraverso la programmazione dell’accesso agli sportelli dei predetti soggetti nell’arco dei giorni lavorativi precedenti al mese di competenza delle prestazioni medesime”.

Di conseguenza, “in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da COVID-19, salvaguardando i diritti dei titolari delle prestazioni medesime, il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili” verrà così modificato per i mesi a venire:

L’ordinanza, firmata dal capo del Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio, tiene infine a ricordare agli utenti che riscuoteranno la pensione in anticipo negli uffici delle Poste Italiane che “resta fermo che, ad ogni altro effetto, il diritto al rateo mensile delle sopra citate prestazioni si perfeziona comunque il primo giorno del mese di competenza dello stesso”.

 

Rimani aggiornato