Attualità

Sagre in Sicilia: il calendario delle feste

sagre in sicilia
Sagre in Sicilia: sono tante e tutte originali. Tutte le informazioni sugli eventi organizzati all'interno dell'Isola e destinati a a soddisfare gusti diversi.

I turisti provenienti da ogni angolo del mondo non esaltano soltanto il buon cibo e l’ospitalità dei siciliani, ma sono sicuramente attratti anche dalla quantità notevole di sagre in Sicilia. Ed anche se la pandemia attualmente ostacola la loro organizzazione, nulla impedisce di raccontare dei molteplici eventi che rendono celebri numerose aree dell’Isola.

Festa del mandorlo in fiore

Basta digitare “feste e sagre in Sicilia” su qualsiasi motore di ricerca, per scoprire di quali eventi bisogna divenire testimoni, almeno una volta nella vita. In cima alla lista, spicca per certo la Festa del mandorlo in fiore.  Si tratta di una festa popolare organizzata ad Agrigento: si ripete ogni anno all’inizio del mese di marzo e ha una durata di circa una settimana. Insomma, in questo periodo, gli agrigentini sono soliti festeggiare l’arrivo della primavera con il rifiorire dei mandorli e gioire per il ritorno della vita. Animano tale occasione diversi gruppi folkloristici, provenienti da ogni parte d’Italia, e non solo.

Ottobrata zafferanese

Tra le numerose sagre in Sicilia, molte vengono allestite proprio in provincia di Catania. Spicca, per esempio, l’Ottobrata zafferanese: un importante evento fieristico-culturale che si svolge tutte le domeniche del mese di ottobre nel centro storico di Zafferana Etnea.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

L’Ottobrata arricchisce l’autunno e può contare quattro o cinque sagre, a seconda del numero delle domeniche comprese nel mese di ottobre. Protagonista di ogni sagra è, ovviamente, un prodotto tipico:

  • Sagra dell’uva;
  • Sagra del miele;
  • Sagra delle mele dell’Etna;
  • Sagra dei funghi;
  • Sagra delle castagne;

Tuttavia, non mancano stand destinati ad esporre altra merce. Allietano le serate anche le esibizioni di numerosi ed eterogenei gruppi musicali.

Sagra del Pistacchio di Bronte

Amate il pistacchio? Allora, tra tutte le sagre in Sicilia, dovreste scegliere quella che, almeno prima del Coronavirus, si svolgeva a Bronte, altro comune etneo. Solitamente questa viene organizzata tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.  I visitatori hanno la possibilità di gustare gelati ed arancini, creme spalmabili e dolci a base di quel che è comunemente noto come “oro verde dell’Etna”.

Sagra della Fragola a Maletto

Quali sagre, invece, animano le estati siciliane? Ogni anno, nel mese di giugno, Maletto (sempre in provincia di Catania) diventa la città delle fragole.

Per l’occasione, le maestranze locali realizzano una gigantesca torta alla fragola, poi offerta a tutti i partecipanti. Non mancano, tuttavia, altri prodotti con questo frutto come protagonista. Anche in questo caso, la musica accompagna le degustazioni.

Festa Medievale a Motta Sant’Anastasia

Gli abitanti di Motta Sant’Anastasia, piccolo comune del Catanese, ed i presidenti dei tre rioni locali soddisfano ogni anno i gusti di chi mostra un’evidente passione per la Storia.

Di fatto, ogni anno e nel mese di agosto, il paese in questione ospita la caratteristica Festa Medievale. Per diversi giorni, i visitatori hanno la possibilità di tornare indietro nel tempo, scoprire usi e costumi del Medioevo, assaporare piatti tipici di quel periodo. Non potranno mancare, dunque, giullari, mangiafuoco, danzatrici, giocolieri, sbandieratori e musici.

Infiorata di Noto

Ogni anno il terzo fine settimana di maggio numerose persone accorrono per ammirare l’Infiorata, evento per cui è assai noto il comune di Noto (in provincia di Siracusa).  Cortili, chiostri e vie cittadine vengono abbelliti con giganteschi riquadri ispirati a motivi sempre diversi. Il colore è dato dai petali dei fiori accostati dagli artisti.

UNIVERSITÀ DI CATANIA