Attualità

Effetto Coronavirus, affitti in calo in tutta Italia: valori tornati al 2016

Studentessa fuorisede
Il crollo degli affitti è uno dei tanti effetti della crisi determinata dal Covid. Si rileva, in particolare, un crollo del 7.5% sui canoni d'affitto e un ritorno dei prezzi al valori del 2016.

La crisi innescata dal Covid ha colpito duramente anche il settore degli affitti. Ad incidere su questo calo è stato, certamente, il lockdown. La chiusura di scuole e università, lavoratori in smart working e viaggi quasi del tutto annullati hanno comportato un forte riduzione nelle richieste nel mercato delle locazioni.

Dal report sull’andamento dei canoni di affitto pubblicato da Solo Affitti, è emerso, infatti, un calo in media del 7,5% sui canoni di affitto. Nello specifico, hanno sofferto di una minore richiesta i trilocali, con una riduzione dell’8%. Il calo è meno grave, invece, nel caso dei quadrilocali e degli immobili più spaziosi (-7,2%).

Crollo degli affitti: più grave nelle grandi città

La riduzione dei canoni di affitto risulta essere più marcata nelle grandi città (-9,5%) rispetto alle città di piccole-medie dimensioni (-3,8%).

Ciò è dovuto al fatto che le grandi città sono quelle che attirano il maggior numero di studenti universitari e lavoratori fuori sede. Il calo è, infatti, principalmente collegato al calo di due segmenti particolarmente influenzati dall’emergenza sanitaria Covid-19: quello dei lavoratori fuori sede (29,5% delle richieste, in calo del -3,7%) che, a causa dell’emergenza, hanno proseguito la propria attività in smart working, e quello degli studenti fuori sede (14,8% delle richieste, in calo di -3,2%), i quali hanno sfruttato la didattica a distanza, vista l’impossibilità di frequentare le lezioni e sostenere esami in presenza.

In particolare, le città maggiormente interessate dai cali di prezzo sono Milano (-16%, ovvero – 200 euro al mese), Venezia-Mestre (-12%, ovvero -88 euro mensili), Bologna (-11%, -91 euro), Roma (-89 euro), Firenze (-75 euro), Perugia (-10%), Napoli e Genova (-9%) e Torino (-8%).

Canoni affitti: valori tornati al 2016

Il canone medio italiano è passato dai 616 euro del 2019 ai 570 euro del 2020. Il Covid ha, cioè, determinato un ritorno dei prezzi dei canoni ai valori del 2016. 

 

 

 

Università di Catania