Attualità

Vaccino anti-Covid, l’Oms: “No a quelli Moderna e Pfizer in gravidanza”

vaccino Covid
Foto d'archivio.
Arrivano le nuove linee guida da parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanità: con esse, alcuni avvertimenti per le donne incinte.

Mentre la campagna vaccinale va avanti a pieno regime, cercando di rispettare la tabella di marcia nonostante i ritardi e i tagli negli ultimi arrivi delle dosi del farmaco, arrivano nuove linee guida da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nei riguardi dell’utilizzo e della somministrazione del vaccino.

E tra queste, spicca un divieto: quello di somministrare il vaccino Moderna a donne incinte.

“L’Oms raccomanda di non usare mRNA-1273 in gravidanza, a meno che il beneficio di vaccinare una donna incinta non superi i potenziali rischi del vaccino – si legge nella nota rilasciata dall’Oms –  come nel caso degli operatori sanitari ad alto rischio di esposizione e delle donne incinte con comorbilità che mettono le donne incinte in un gruppo ad alto rischio di contrarre un Covid-19 grave”.

Una comunicazione simile, qualche settimana fa, era arrivata anche per il vaccino Pfizer/BioNTech. Dato il divieto di vaccinazione delle donne incinte, quali misure devono prendere coloro che, invece, allattano? Dall’Oms non arriva alcuna notizia, anche se viene ritenuto altamente improbabile qualsiasi rischio ad esso legato. Di conseguenza, via libera ai vaccini per le donne in allattamento: il farmaco sarà somministrato nell’ordine prestabilito dal piano vaccinale approvato per il Paese.

Rimani aggiornato