Lavoro, stage ed opportunità

Concorso INPS: 1.800 assunzioni a tempo indeterminato

assunzioni inps
Prevista a breve la pubblicazione di un nuovo bando di concorso INPS per l'assegnazione di oltre 1.800 posti di lavoro a tempo indeterminato: tutte le info sui requisiti.

Sarà disponibile a breve, con delibera n.66 già pubblicata, un nuovo bando di concorso INPS per l’assegnazione di 1.858 posti di lavoro a tempo indeterminato, corrispondenti all’area C, posizione economica C1, al fine di ricoprire il ruolo di funzionario amministrativo, ovvero consulente protezione civile.

Concorso INPS: i requisiti richiesti

La delibera già disponibile spiega i requisiti che i candidati dovranno possedere entro la data di scadenza per poter accedere al concorso. Oltre a quelli generali previsti un po’ da tutti i concorsi pubblici, sarà necessaria una laurea magistrale/specialistica in una delle seguenti discipline:

  • finanza;
  • ingegneria gestionale;
  • relazioni internazionali;
  • scienze dell’economia;
  • scienze della politica;
  • scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • scienze economiche per l’ambiente e la cultura;
  • scienze economico-aziendali;
  • scienze per la cooperazione allo sviluppo;
  • scienze statistiche;
  • metodi per l’analisi valutativa dei sistemi complessi;
  • statistica demografica e sociale;
  • statistica economica finanziaria e attuariale;
  • statistica per la ricerca sperimentale;
  • scienze statistiche attuariali e finanziarie;
  • servizio sociale e politiche sociali;
  • programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali;
  • sociologia e ricerca sociale;
  • sociologia;
  • metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali;
  • studi europei;
  • giurisprudenza;
  • teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica.

Cosa prevede la prova d’esame

Nel caso in cui le domande presentate saranno superiori ai posti disponibili, è prevista una prova preselettiva. Nello specifico ciò avverrà nel caso in cui i candidati saranno superiori alle 25.000 unità. Si tratta di un quiz a risposta multipla a carattere psicoattitudinale, logica, lingua inglese, competenze informatiche e cultura generale.

La prima prova scritta prevede anche qui una serie di domande a risposta multipla ma con l’obiettivo specifico di verificare la conoscenza del bilancio e della contabilità pubblica, pianificazione, programmazione e controllo, organizzazione e gestione aziendale, diritto amministrativo e costituzionale, diritto del lavoro e legislazione locale.

Alla seconda prova potranno accedere solo coloro i quali hanno ottenuto un punteggio minimo di 21/30. Si prevede anche qui un test a risposta multipla per verificare la conoscenza della scienza delle finanze, economia del lavoro, diritto civile, elementi di economia politica e di diritto penale.

Potranno accedere infine alla prova orale chi otterrà anche in questo caso un punteggio minimo di 21/30. La prova finale sarà dunque orale e verterà sulle materie che sono state oggetti d’esame delle due prove scritte, oltre che inglese e informatica. La commissione esaminatrice effettuerà inoltre la valutazione dei titoli.

I vincitori del concorso INPS firmeranno il contratto di lavoro e inizieranno una prova di quattro mesi.

Come presentare domanda

Anche in questo caso, la richiesta di ammissione al concorso potrà avvenire esclusivamente per via telematica, facendo accesso al sito INPS (attraverso codice PIN INPS, SPID, CNS o CIE) e compilando l’apposito modulo. Il termine utile per l’invio delle domande è previsto alle ore 16.00 del 31esimo giorno che decorre dal dì successivo in cui avverrà la pubblicazione del bando di concorso in Gazzetta Ufficiale.

Speciale Test Ammissione