Società

10 studenti universitari positivi dopo una festa Erasmus: “Bisogna fare attenzione”

Movida universitaria
Immagine di repertorio
Studenti universitari positivi in seguito al contagio avvenuto in una festa Erasmus: molti spagnoli coinvolti, si cercano a tappeto i coinvolti per ricostruire la rete dei contatti.

L’allarme è scattato dopo che una ragazza, che presentava evidenti sintomi, è risultata positiva al tampone per il Covid-19. Si sono susseguite così le voci che hanno circoscritto l’evento Erasmus, che ha causato un vero e proprio contagio tra i partecipanti.

Sono dieci, infatti, gli studenti universitari attualmente positivi che hanno partecipato ad una festa, organizzata con dei ragazzi Erasmus, la maggior parte di origine spagnola. Il tutto è avvenuto nella città di Bologna, esattamente in piazza Scaravilli, zona prettamente universitaria in cui si è svolta la festa.

Dopo il passaparola, molti degli studenti si sono presentati autonomamente in ospedale, a seguito delle prime notizie di un papabile contagio durante la festa Erasmus. Dei controllati, sono attualmente dieci i positivi, studenti universitari di età compresa tra i 20 e i 24 anni.

Secondo noi i ragazzi coinvolti non hanno portato il virus dalla Spagna ma l’hanno preso qui. Io voglio lanciare un appello: bisogna fare attenzione. Non è il periodo delle feste. Se si organizzano, è bene che siano fatte all’aperto, con poche persone e in condizioni di massima sicurezza“, ha dichiarato Paolo Pandolfi, direttore del Dipartimento di Sanità pubblica.