Terza Pagina

“Pacco da su” dopo il lockdown: la sorpresa di un fuorisede alla sua famiglia [VIDEO]

Il lockdown ha impedito a molte famiglie meridionali di ricongiungersi con i figli che lavorano al Nord. Ivan non vedeva la propria da otto mesi. Per questo ha deciso di sorprendere i propri genitori con un graditissimo "pacco da su".

Ivan D’Ignoti, originario di un paesino in provincia di Palermo, è un regista e vive a Milano da qualche anno. A causa del lockdown, non vedeva la famiglia da otto mesi. Per questa ragione, ha deciso di fare una sorpresa ai suoi genitori, reinventando il solito “pacco da giù” e trasformandolo in un originale – e tanto atteso – “pacco da su”.

La sorpresa, dall’ideazione, al viaggio fino a Bompietro, è stata ripresa e montata da Ivan in un bellissimo filmato.

Agosto 2020, post-lockdown. Da 8 mesi non rivedo la mia terra e non riabbraccio la mia famiglia; ma il lavoro chiama e mi sento molto fortunato per questo. Dovrò avere ancora un bel po’ di pazienza. Chissà se manco a mamma…

Lo sai che posso fare ma’? – dice durante una videochiamata – Ti faccio io un pacco e te lo mando. Ma cosa mettere nel primo “pacco da su”? L’idea dei prodotti tipici milanesi è fallita. Cosa manca veramente ad una mamma giù al Sud?

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Ecco l’originalissima idea che sicuramente renderebbe felici moltissime famiglie del Meridione che non vedono da mesi i propri cari.

Riposto l’enorme e misterioso pacco sul furgone del corriere, inizia il lungo viaggio per mare e terra, fino all’uscio di casa della famiglia di Ivan.

Bene, pacco consegnato. A questo punto non resta che videochiamare mia madre, che a quest’ora sarà sicuramente sveglia…

Sono lacrime di gioia, quelle della madre di Ivan, che vede improvvisamente il figlio venir fuori dal “pacco da su”. Anche il padre fa un salto per la sorpresa. Ecco trovato cosa rende felice una mamma del Sud.

Scusate se vi ho fatti aspettare. Scusa, mamma; scusa, papà; scusa, Chicca. Mi siete mancati tanto. La felicità esiste“.