Scuola

News scuola: riapertura a settembre e 50 mila assunzioni

lucia azzolina
News scuola: c'è la data ufficiale per la riapertura. Con i nuovi fondi stanziati previste ulteriori assunzioni per personale docente e non docente.

News scuola: adesso è ufficiale. Il 14 settembre si torna in classe. La notizia è arrivata nella serata di ieri, quando il premier Giuseppe Conte e la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina in una conferenza stampa congiunta hanno comunicato la data e le linee guida dopo l’accordo Stato-regioni.

“Ci siamo predisposti, con le linee guida, per ritornare in sicurezza a settembre”, ha dichiarato il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “Abbiamo un ulteriore miliardo che stanziamo per ulteriori investimenti sulla scuola, che ci dovrà consentire di avere una scuola più moderna, sicura e inclusiva. E nel Recovery Fund un importante capitolo sarà dedicato proprio agli interventi sulla scuola”.

News scuola, quindi, anche sul fronte degli investimenti, mentre il Presidente del Consiglio si è soffermato in un momento successivo sulla riapertura delle classi. “Chiudere le scuole è stata una scelta molto sofferta, che nessuno pensi che il governo l’abbia presa a cuor leggero – dichiara nel corso della conferenza -. Vogliamo classi meno affollate. Le cosiddette classi pollaio a me non piacciono affatto, non le tolleriamo più”.

Poi è stata la volta della ministra Azzolina, che ha parlato delle news scuola anche in merito alla possibilità di fare lezione fuori dalla classe. “Vogliamo fare scuola anche fuori dalla scuola: portiamo gli studenti nei cinema, nei teatri, nei musei, facciamo in modo che respirino la cultura di cui hanno bisogno. Portiamo anche i più piccoli al parco quando il tempo lo consente a fare lezione”.

Assunzioni scuola: le dichiarazioni della ministra

Altro tema caldo tra le news scuola è stato quello delle assunzioni. Il concorso docenti ordinario è attivo ed è possibile fare domanda, ma la ministra ha parlato anche di ulteriori assunzioni. “Un miliardo in più stanziato è davvero tanto – aggiunge Azzolina -. Non è stato facile, ma è un altro segnale che la scuola è al centro dei nostri pensieri. Amiamo la scuola, è il centro del nostro futuro. Con i fondi possiamo assumere fino a 50 mila persone, tra personale docente e non docente con contratto determinato”.

Riapertura scuola: il calendario

Infine, per quanto riguarda le modalità di riapertura vere e proprie, le news scuola arrivano dal sottosegretario all’Istruzione Peppe De Cristofaro, intervenuto a SkyTg24. Gli istituti riapriranno per la prima volta l’1 settembre per i corsi di recupero, mentre il 14 ci sarà la ripartenza in classe per tutti.

“Il 20 settembre – spiega – spero davvero che si riesca a fare quello che in tanti stanno chiedendo, cioè cercare luoghi alternativi alle scuole per svolgere le elezioni. Diversamente sarebbe onestamente un cazzotto nell’occhio e una vera beffa. Spero si risolva positivamente”.

Infine, un’ultimo commento arriva da De Cristofaro sulla didattica a distanza, che in questi giorni ha generato forti polemiche. “La didattica a distanza sotto i quattordici anni non si fa – dichiara il sottosegretario a SkyTg24 -. Si fa soltanto per la scuola secondaria di secondo livello ma in condizioni assolutamente residuali, quando è proprio impossibile dare vita alla didattica normale. L’impegno e l’obiettivo del Governo è riportare dal 14 settembre tutti gli studenti in aula in presenza e immaginare la didattica a distanza come vera e propria extrema ratio”.