News

Approvato decreto sulle riaperture del 18 maggio: il testo completo

Palestra
Approvato nelle scorse ore, il nuovo decreto per le riaperture contiene tantissime novità. Dai ristoranti fino ai musei, riaprono, con le dovute accortezze, moltissime attività.

Il 18 maggio sarà per le regioni un momento di festa: riapriranno, infatti, gran parte delle attività che negli ultimi due mesi si sono ritrovate a dover abbassare le saracinesche, senza sapere quando e come la vita avrebbe ripreso il suo normale corso. Nelle scorse ore, il Presidente del Consiglio ha dato il via definitivo alla stesura di piani locali da parte di ciascuna delle Regioni: quest’ultime, rimanendo entro i limiti imposti dalle linee guida nazionali, hanno così pianificato le varie riaperture, cambiando però alcune delle regole imposte.

Infatti, per ciò che concerne le strutture alberghiere, quelle balneari e, infine, quelle ristorative, vi sarà un cambiamento fondamentale: la riduzione della metratura indicata dall’Inail, originariamente fissata a 4 metri per i tavoli dei ristoranti e 5 per gli ombrelloni, si riduce nel decreto approvato ad appena 1 metro. Via libera, inoltre, a palestre e parrucchieri: in entrambi i casi, bisognerà mantenere una distanza ben definita, così come costituire un servizio di prenotazione, atto ad evitare assembramenti o rischiosi contagi.

Il testo completo del decreto, così come le linee guida per le regioni, concernono molteplici attività oltre a quelle citate, basti pensare che, tra l’altro, riapriranno con le dovute precauzioni anche i musei. Nello specifico, le attività tenute in conto dal decreto applicabile dal 18 maggio saranno le seguenti:

  • ristorazione;
  • attività turistiche (balneazione);
  • strutture ricettive; 
  • servizi alla persona (parrucchieri ed estetisti);
  • commercio al dettaglio;
  • commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti);
  • uffici aperti al pubblico; 
  • piscine; 
  • palestre;
  • manutenzione del verde;
  • musei, archivi e biblioteche.

Per maggiori informazioni su tutte le linee guida previste dal nuovo decreto, si consiglia di leggere l’intero documento.


Consulta il testo completo del nuovo decreto.

 

Università di Catania