Università di Catania

UNICT – Nasce sportello virtuale per sostenere matricole con disabilità

sportello per studenti
L'Università degli Studi di Catania presto fornirà un nuovo ed originale servizio: si tratta di uno sportello virtuale di ascolto e consulenza, volto a fornire sostegno ed informazioni utili alle future matricole con disabilità e DSA, anche in un momento così particolare.

Uno sportello virtuale per le future matricole dell’Università di Catania che presentano disabilità e Disturbi specifici dell’apprendimento. Ad attivarlo, da venerdì 15 maggio, il CInAP Centro per l’Integrazione Attiva e Partecipata dell’Ateneo catanese con l’obiettivo di fornire informazioni sui servizi attivati dall’Università di Catania a garanzia delle pari opportunità e per favorire l’inclusione nel mondo accademico, oltre che di orientamento sulla scelta del corso di laurea.

I consulenti, inoltre, ascolteranno le esigenze e i bisogni degli studenti e forniranno un supporto a coloro i quali manifestano situazioni di ansia causate dal difficile momento per l’emergenza Covid.

“In considerazione dell’emergenza sanitaria, il CInAP vuole aprirsi al territorio, in questo caso alla comunità scolastica e in particolare agli studenti degli Istituti scolastici di II grado, superando i muri fisici dei propri confini istituzionali, avviando uno sportello virtuale di ascolto e consulenza quale Porta Unica di Accesso al complesso sistema dei Servizi d’Ateneo, rivolto alle future matricole con disabilità e/o con Disturbi specifici dell’apprendimento– spiega il prof. Massimo Oliveri, presidente del CInAP-.

Attraverso un’attività di consulenza gestita dall’equipe specialistica multidisciplinare del CInAP, composta da un assistente sociale, un formatore e tre psicologi, gli alunni prossimi al conseguimento del diploma, i docenti e i genitori alla ricerca di riferimenti istituzionali precisi, potranno ricevere quelle risposte che consentano al giovane di progettare il proprio futuro anche in ambito universitario“.

Un’ulteriore attività, dunque, che l’Università di Catania mette in campo in queste settimane di grandi difficoltà causate dalla pandemia per dare un valido contributo in tanti settori di sua competenza a tutto il territorio e alla comunità scolastica e universitaria.

Il CInAP, da sempre laboratorio permanente per lo sviluppo di una nuova cultura dell’inclusione nell’Università e nel territorio, ormai da anni è diventato un modello di riferimento comune volto ad indirizzare le politiche e le buone prassi degli enti pubblici e privati stimolando scambi e sinergie nell’ottica di una sempre migliore qualificazione del diritto allo studio per gli studenti con bisogni formativi speciali.

Lo sportello inizialmente sarà attivo dal 15 maggio e gli operatori saranno reperibili ogni venerdì dalle 10 alle 12 al seguente account Skype:cinap_talk.