Tecnologia e Social

Whatsapp, come fare videochiamate con 8 partecipanti

whatsapp videochiamata
La celebre applicazione di messagistica istantanea, Whatsapp, ha ricevuto un significativo aggiornamento relativo alle videochiamate. Da oggi sarà possibile coinvolgere fino ad 8 partecipanti all'interno di una chiamata. Scopriamo insieme come fare.

Whatsapp, la nota applicazione detenuta da Mark Zuckerberg, ha ricevuto un importante aggiornamento. Si tratta della possibilità di effettuare videochiamate fino ad 8 partecipanti contemporaneamente. Inizialmente questa opzione era limitata a 4 persone, mentre adesso viene ampliata ad un numero maggiore di partecipanti. Questa iniziativa ha le sue radici nel successo che stanno riscuotendo le piattaforme che offrono servizi di comunicazione.

Avviare una chiamata su Whatsapp non richiede particolari conoscenze, ma l’esecuzione di alcuni semplici e immediati passaggi. Prima di tutto occorre entrare all’interno dell’applicazione mediante il clic sull’apposito logo. Una volta fatto ciò, bisogna recarsi nella sezione “chiamate” che si trova nella parte inferiore dell’interfaccia e successivamente cliccare sull’icona della cornetta telefonica. A questo punto apparirà una schermata attraverso cui potete creare una nuova chiamata di gruppo e invitare tutti i partecipanti dalla lista dei contatti, selezionandoli singolarmente o cercandoli nella specifica barra.

La procedura descritta è valida per i dispositivi che adottano il sistema operativo iOS. Per quanto concerne i dispositivi Android, la descrizione dei passaggi è la medesima ma potrebbe essere leggermente differente la disposizione di alcuni elementi grafici. La connessione che viene instaurata adotta la crittografia end-to-end, perciò risulta molto sicura sul versante della privacy.

Qualche settimana fa, anche il social network Facebook ha aggiunto la possibilità di effettuare videochiamate fino ad un massimo di 50 partecipanti. Resta difficile comprendere le motivazioni di questa frammentazione, dato che entrambe le piattaforme appartengono allo stesso proprietario. Ad ogni modo, la “macchina” di Zuckerberg si è messa in movimento e ha “dichiarato guerra” ai software che stanno acquisendo popolarità quali Zoom, Skype e Microsoft Teams. Insomma, ognuno sta cercando di ritagliarsi la propria fetta di mercato per non restare escluso da questo vero e proprio boom.

 

 

Università di Catania