News

Femminicidio nel Messinese: vittima e omicida sono studenti universitari

Lorena Quaranta e Antonio De Pace.
La vittima, originaria dell'Agrigentino, e l'omicida, calabrese, erano studenti presso lo stesso Ateneo.

Emergono nuovi dettagli in merito al femminicidio avvenuto nelle scorse ore a Furci Siculo, piccolo paese in provincia di Messina. Stando a quanto si apprende, sia la vittima, Lorena Quaranta, originaria di Favara, sia l’assassino, Antonio De Pace, di Vibo Valentia, sono studenti presso l’Università di Messina. Studentessa di Medicina la vittima, studente di Odontoiatria e protesi dentaria l’omicida.

L’assassino avrebbe tentato di suicidarsi tagliandosi le vene dopo aver commesso l’omicidio, ma prima ha chiamato il 112 per confessare il suo gesto. Non si trova in pericolo di vita. Stando a una prima ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine, l’uomo avrebbe soffocato la compagna al termine di una violenta lite. La Procura di Messina ha aperto un’inchiesta sulla vicenda, coordinata dal Procuratore Maurizio de Lucia.

“È un dramma nel dramma – ha dichiarato il sindaco di Furci Siculo, Matteo Francilia, all’Adnkrnos – Stamattina ci siamo svegliati con la notizia di questa tragedia. Siamo sconvolti, la nostra comunità è da sempre in prima linea nel contrasto alla violenza di genere, abbiamo anche istituito un centro di ascolto. Chi si macchia di simili gesti deve marcire in galera”.

Attualmente l’omicida si trova sotto interrogatorio e sul posto si trovano investigatori e medico legale per svolgere gli opportuni rilievi del caso.

Leggi anche: I messaggi di cordoglio dei colleghi di università di Lorena: “Sconvolti per la sua morte”
Leggi anche: Femminicidio in Sicilia: strangola la compagna e chiama i carabinieri
Leggi anche: I centri anti-violenza offrono aiuto anche a distanza: ecco come

Rimani aggiornato