Attualità

Femminicidio in Sicilia: strangola la compagna e chiama i carabinieri

In provincia di Messina, un uomo ha ucciso la compagna dopo una violenta lite.

Le restrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19 sono un pericolo per tutte le donne vittime di violenza domestica, ancora più isolate a causa della condizione imposta dal governo. Diversi i casi già registrati. Il più grave, avvenuto nelle scorse ore, riguarda lo strangolamento di una donna a Furci Siculo da parte del compagno.

L’assassino avrebbe litigato con la compagna e, dopo averla uccisa, ha chiamato lui stesso le Forze dell’Ordine, che l’hanno trovato in stato confusionale. La Procura di Messina, sotto il comando di Maurizio de Lucia, ha aperto un’inchiesta sul caso. Vittima e colpevole erano entrambi studenti della facoltà di Medicina dell’Ateneo messinese. L’uomo, dopo aver assassinato la compagna, avrebbe anche provato a suicidarsi, chiamando prima le forze dell’ordine.

Rimani aggiornato