Università di Catania

Emergenza Coronavirus: il videomessaggio del rettore Unict Francesco Priolo

Il rettore Francesco Priolo annuncia alla comunità accademica l'attivazione, attraverso la piattaforma Microsoft Teams, del piano per la "didattica a distanza" per assicurare lo svolgimento delle lezioni previste nel 2° semestre dell'a.a. 2019/2020.

«Di fronte all’emergenza epidemiologica in atto, questo è il momento della responsabilità per la tutela della salute di tutti i cittadini e di tutti coloro che operano all’Università di Catania. Dal 26 febbraio 2020 abbiamo preso una serie di misure precauzionali, e dal 5 marzo tutta la didattica del nostro ateneo è stata momentaneamente interrotta.

Dobbiamo dimostrare adesso di essere una comunità responsabile e in grado di reagire; dobbiamo ottemperare a esigenze diverse: quella di tutelare la salute e di continuare a offrire i servizi ai nostri studenti e alle nostre studentesse perché possano proseguire i loro studi». «Il nostro ateneo -spiega – si stava attrezzando da tempo, dal momento in cui i primi casi di positività al Coronavirus si sono registrati nel Nord Italia e quindi posso annunciare che siamo già pronti a partire con la didattica a distanza per i nostri 17 dipartimenti e per le sedi decentrate di Ragusa e Siracusa. Possiamo fornire didattica a distanza per gli oltre 100 corsi di studio del nostro ateneo, per 1818 insegnamenti diversi e 40mila studenti.

Possiamo cominciare a farlo per i primi corsi già da lunedì 9 marzo 2020». È in fase di attivazione, attraverso la piattaforma Microsoft Teams, il piano per la “didattica a distanza” per assicurare lo svolgimento delle lezioni previste nel 2° semestre, basterà un computer, un tablet o uno smartphone. Sarà data priorità all’erogazione degli insegnamenti dei corsi di laurea, di laurea magistrale e di laurea magistrale a ciclo unico, che seguiranno il calendario delle lezioni già previsto dai dipartimenti. Le lezioni verranno registrate e potranno essere successivamente riascoltate, ma non è consentito scaricarle o pubblicarle su altre piattaforme.

Per le modalità di accesso alla piattaforma e per la selezione degli insegnamenti si rinvia alle linee guida disponibili nella sezione dedicata del sito di ateneo e sui siti di ciascun corso di studio.

Rimani aggiornato