Catania

Catania, luci spente nei negozi: scontro tra i commercianti e il Comune

È scontro tra il Comune di Catania e i gestori dei negozi in viale Vittorio Veneto: questi ultimi sarebbero decisi a protestare fin quando non migliorerà la viabilità in zona.

Il Comune di Catania avrebbe promesso la fine di lavori che, però, faticano ancora a essere ultimati. Il modo in cui l’Amministrazione ha ultimamente scelto di gestire la viabilità ha sollevato aspre critiche tra i negozianti di viale Vittorio Veneto che, oggi, scelgono di ribellarsi. In che modo? Di comune accordo, a partire da ieri 11 novembre i commercianti hanno spento le luci dei propri negozi per un’ora, dalle 18:30 alle 19:30. Un gesto simbolico volto a contestare le mosse di un Comune che, a loro avviso, avrebbe recato  danni rilevanti alle loro attività per poi abbandonarli.

Secondo quanto dichiarato dagli stessi negozianti al quotidiano La Sicilia, infatti, si tarderebbe a portare a compimento i lavori per la realizzazione del parcheggio di via Bernini e non sarebbero ancora state realizzate le strisce blu. Inoltre, tra le promesse avanzate dal Comune e non ancora mantenute, vi sarebbero l’arredo urbano e un’area per carico e scarico della merce senza cui i corrieri dovrebbero continuare a parcheggiare in seconda fila, rischiando di incorrere in sanzioni. La protesta,  destinata a protrarsi fino al prossimo giovedì, sarebbe finalizzata anche a migliorare le inadeguate modifiche viarie, possibile causa di incidenti stradali.

 

Università di Catania