Università di Catania

UNICT – 200 euro studenti irregolari: il Senato Accademico non ci sta

palazzo centrale
La modifica, ad anno accademico in corso, della contribuzione studentesca, (anche se solamente un anticipo di somme che comunque sarebbero state dovute a prescindere) creerebbe un importante precedente.

Durante il CdA del 21 Ottobre 2019, è stato approvato che tutti gli studenti “irregolari” dovranno pagare il contributo minimo di 200 euro stabilito dalla legge 232/16 (comma 258), entro la data del 31 dicembre 2019, e non più entro le date di febbraio e maggio del 2020 così come previsto dalla guida allo studente approvata lo scorso aprile.

Il Senato Accademico ha espresso la propria opinione evidenziando parecchie perplessità per quanto concerne la decisione presa, in quanto l’Amministrazione non ha informato i senatori né ha chiesto un confronto e/o parere alla Consulta degli Studenti in merito alla questione.

“La modifica, ad anno accademico in corso, della contribuzione studentesca, (seppur trattasi, per onor di cronaca, di un anticipo di somme che comunque sarebbero state dovute a prescindere dagli studenti irregolari) – sottolinea l’organo studentesco – crea un importante precedente ed alimenta innumerevoli polemiche che si sarebbero potute evitare attraverso un preventivo e trasparente confronto con chi ha l’onere e l’onore di rappresentare gli studenti dell’Ateneo in tutte le sedi, quali sono i Senatori Accademici”.

“Nei prossimi giorni – concludono i rappresentanti del Senato – chiederemo un incontro con il Rettore e con il Direttore Generale per comprendere le motivazioni che hanno portato all’assunzione di tale decisione, nell’auspicio che si possa modificare il suddetto provvedimento”.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!