Catania

Catania, via ai lavori per sede Protezione Civile della Sicilia Orientale

Il nuovo centro della Protezione civile per l'area sicula orientale sorgerà a San Giovanni La Punta e sarà un polo all'avanguardia per le strumentazioni previste al suo interno.

Il nuovo Centro di Protezione civile della Regione per la Sicilia orientale sorgerà a San Giovanni La Punta, in provincia di Catania. La Regione Sicilia comunica che sono stati aggiudicati i lavori per la realizzazione di una struttura di 1.800 metri quadri, che ospiterà circa cento unità operative. Il progetto, redatto in-house dall’architetto Alberto Vecchio, prevede un costo di quasi tre milioni di euro.

L’intervento – spiega il governatore Nello Musumeci – assume un carattere strategico, dal momento che potenzia la presenza della Protezione civile nell’Isola, realizzando un centro operativo moderno, funzionale e dotato di strumentazioni tecniche all’avanguardia. Alzerà sensibilmente il livello di sicurezza del nostro territorio perché sarà in grado di svolgere una funzione di supervisione e di controllo affiancando, ed eventualmente sostituendo nella gestione delle criticità territoriali, quello già funzionante a Palermo”.

Importante sottolineare che la struttura, la quale sorgerà in un’area compresa fra l’attuale sede del Centro operativo misto e il Comando dei vigili urbani, in prossimità della Stazione dei Carabinieri di San Giovanni La Punta, si troverà vicino ai più importanti assi di collegamento viario e sarà articolata in due moderni edifici.

La nuova sede – dichiara il capo della Protezione civile della Presidenza della Regione, Calogero Foti – ospiterà anche la sala operativa che servirà il comprensorio della Sicilia orientale e che potrà garantire interventi tempestivi in un’area particolarmente critica sotto il profilo dei potenziali rischi legati a eventi catastrofici. Sarà la punta di diamante della Protezione civile siciliana, essendo stata pensata per soddisfare le esigenze di una moderna struttura di interventi in emergenza”.

Università di Catania