Catania

Playa di Catania conquista Bandiera Verde 2019, ma che dire della pulizia dell’acqua?

La presenza di attrezzature turistiche e le caratteristiche della costa fanno ottenere alla Playa di Catania il premio Bandiera Verde, ma la pessima qualità delle acque e la sporcizia delle spiagge permangono.

Tra le varie località balneari siciliane, anche la Playa di Catania ha ottenuto il premio Bandiera Verde 2019.

La spiaggia si è riconfermata, per la quarta volta di fila, “a misura di bambino”. Più di 200 pediatri si sono occupati della selezione, scegliendo le località che forniscono i migliori servizi e le migliori attrezzature turistiche per bambini e genitori. I requisiti necessari per ottenere il riconoscimento non si basano sulla qualità delle acque, ma sulla tipologia di costa e sui servizi offerti.

I pediatri hanno effettuato la selezione valutando: presenza di spiaggia con sabbia, spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua bassa vicino alla riva e fondali bassi per consentire ai bambini di giocare in sicurezza, presenza degli assistenti di spiaggia, attrezzature dedicate ai bambini, e opportunità di divertimento per i genitori, con la presenza nelle vicinanze di bar, ristoranti e locali.

Sono state privilegiate le località balneari con gli assistenti di spiaggia che possano intervenire prontamente in caso di emergenza, permettendo ai bambini di giocare in sicurezza. Anche la presenza di bar e ristoranti è stata considerata utile per rispondere alle varie esigenze dei bambini, come lo spuntino di metà mattinata o la merenda. La presenza di strutture nei pressi della località balneare rende, inoltre, la vita più agevole ai genitori, per il cambio dei pannolini o per scaldare latte o altri pasti per i più piccoli.

La finalità del premio è aiutare le famiglie a scegliere le località di mare per trascorrere il periodo di vacanza nel modo più idoneo e sicuro, in base alle valutazioni dei pediatri, in modo che genitori e figli possano trarre i maggiori vantaggi dalla vacanza, con benefici per la salute e la crescita. La Bandiera verde, pertanto, indica una località adatta ai bambini, sia per le caratteristiche della spiaggia, sia per la presenza di offerta turistica e attrezzature dedicate ai bambini, ma sono necessarie anche delle opportunità di divertimento per i genitori.

La Playa di Catania è stata selezionata proprio per la presenza di tali requisiti. Viene considerata una località adatta ai bambini per la tipologia di spiaggia e di fondale e per i servizi offerti. La presenza di lidi, estesi per tutta la costa, con servizi quali bar, ristorante, o palestra, la rendono a misura di bambini e genitori.

Non si può dire lo stesso della qualità dell’acqua e della pulizia delle spiagge. Fino alla scorsa estate Legambiente denunciava l’inquinamento delle acque catanesi causato dalle fogne. E questa è solo una delle tante denunce che assiduamente vengono fatte da cittadini e non.

La qualità del mare non soddisfa certamente i requisiti per ottenere il premio Bandiera Blu, che nel 2018 non è stato assegnato a nessuna spiaggia del territorio di Catania. I criteri internazionali per ottenerlo si riferiscono ai servizi offerti, ma anche, e soprattutto, a qualità delle acque, gestione ambientale ed educazione ambientale.

La spiaggia più famosa di Catania si può considerare a misura  di bambino per fondale e servizi offerti, ma la sporcizia delle spiagge e la pessima qualità delle acque non sono certo “formato famiglia”.

A proposito dell'autore

Zaira Raciti

Si laurea in giurisprudenza presso l’Università degli studi di Catania nel giugno 2018 e al momento frequenta un master in Customer care e tutela dei consumatori. Durante il percorso di studi, lavora come hostess, promoter e animatrice. È appassionata di scrittura, fotografia e sport. Sostiene che non sia mai troppo tardi per cambiare la propria direzione e le proprie aspirazioni. Decide allora di avvicinarsi al mondo della comunicazione e del Content marketing. Spera che, un giorno non troppo lontano, questa possa diventare la sua professione.

Rimani aggiornato

Università di Catania