Lavoro, stage ed opportunità

TFA sostegno 2019, tutti i posti disponibili in Sicilia

Tutto quello che c'è da sapere sul bando di concorso per TFA di sostegno: numerosi i posti disponibili in Sicilia.

Insieme alle novità introdotte nei concorsi per il 2019 potrebbe arrivare una buona notizia. Sono previsti i nuovi concorsi per accedere ai corsi di specializzazione per il sostegno. I posti sono creati per incrementare il numero di insegnanti specializzati all’assistenza di studenti disabili, i quali hanno bisogno di figure qualificate per la loro assistenza e integrazione nel tessuto scolastico.

In tre anni – ha spiegato il ministro Bussetti in un comunicato stampa – specializzeremo 40 mila nuovi insegnanti sul sostegno per garantire un servizio migliore ai nostri studenti.” Il MIUR ha già bandito i nuovi concorsi di specializzazione e le date che, inizialmente fissate per il 15 e 16 aprile 2019. Tutte le Università partecipanti emaneranno il proprio bando specificando tempi e modalità di presentazione della domanda di partecipazione alle prove.

Secondo il decreto del Ministero dell’Istruzione emanato il 21 febbraio, ogni Ateneo che avrà presentato la propria offerta formativa in maniera valida e corretta sarà autorizzato ad attivare i percorsi di formazione per le attività di sostegno didattico agli alunni disabili frequentanti la scuola dell’infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di I grado e II grado, nei limiti dei posti fissati e per le sedi autorizzate nello stesso decreto.

Iposti fissati si prospettano in gran numero per la regione siciliana. Tra i 14.224 posti disponibili tra le Università interessate, 1491 sono previsti per la Sicilia: 300 a Catania, 440 a Palermo, 461 a Messina, 290 a Enna.

Requisiti per i candidati

Scuola dell’Infanzia e Primaria:

  • laurea in Scienze della Formazione Primaria;
  • Diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002 (validi anche il diploma dell’indirizzo pedagogico e linguistico);
  • titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in italia;
  • Diploma triennale di scuola magistrale (solo per la scuola dell’infanzia).

Scuola secondaria di Primo e Secondo Grado:

  • Laurea con 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e in metodologie e tecnologie didattiche;
  • Laurea con tre annualità di servizio nel corso degli otto anni scolastici precedenti, anche non continuativi.