Test Ammissione

Test d’ammissione: cosa portare e come affrontare le prove

I test d’ammissione per i corsi di studio a numero programmato sono oramai alle porte. Ecco alcune dritte sul materiale da non dimenticare assolutamente e sulle indicazioni da seguire per non rischiare di lasciare nulla al caso.

Innanzitutto, cosa è assolutamente indispensabile non dimenticare di avere con sé? Arrivare preparati e carichi la mattina del test è decisamente una carta vincente che potrà garantirvi una migliore riuscita dell’esame. È necessario, tuttavia, tenere a mente anche dei piccoli ma indispensabili accorgimenti base al fine di assicurarsi di poter svolgere il test.

Ecco, dunque, cosa non dovete assolutamente dimenticare di portare con voi: un documento d’identità in corso di validità, che dovrà essere mostrato sia prima che dopo lo svolgimento del test, utile ai funzionari per registrare il candidato che dovrà firmare un apposito elenco; ricevuta del pagamento del test 2018 e copia del modulo d’iscrizione; altri documenti eventualmente richiesti dall’ateneo; passaporto più specifico visto d’ingresso “per studio” per gli studenti non comunitari.

Vediamo adesso, invece, cosa non è in alcun modo ammesso all’interno dell’aula/settore in cui si svolgerà il test. Non è concesso di entrare penne, borse, zaini, libri, appunti, fogli di carta, telefoni cellulari, palmari, calcolatrici e qualsiasi altro tipo di strumento elettronico. Chi dovesse arrivare in possesso di questi oggetti sarà costretto a riporli in spazi appositamente adibiti, ma non custoditi, per tutta la durata del test.

La mattina del test bisognerà arrivare in sede puntuali, per non rischiare di non riuscire più a svolgere il test o a iniziarlo in ritardo. Si dovrà, quindi, mostrare il documento d’identità, siglare il registro e dirigersi verso l’aula, assegnata su base anagrafica, eccezion fatta per i gemelli. Lì i commissari illustreranno tutte le linee guida da seguire, distribuendo un apposito foglio con le istruzioni. L’apposizione di un qualunque segno grafico su busta o elaborato da parte dello studente o del commissario comporterà l’annullamento della prova e la conseguente esclusione del candidato dal test d’ammissione.

Sarà consentito lasciare i locali in cui si svolge la prova solo 30 minuti prima della conclusione della prova: i candidati che completassero la prova prima di questo termine potranno consegnare tutto il materiale alla commissione e saranno accompagnati in appositi spazi comuni, in attesa che si raggiunga il termine consentito per poter lasciare i locali

Dopo il test, sarà fondamentale non dimenticare di controllare gli esiti, bisogna essere sempre aggiornati sulla graduatoria per non rischiare di perdere il posto. Una parentesi a parte, per Medicina e le facoltà a numero programmato nazionale si dovrà fare attenzione a non perdere il foglio con codice identificativo, password, username per accedere all’area riservata, che verrà consegnato il giorno stesso del test.) Se farete attenzione a questi piccoli dettagli e arriverete preparati il più possibile, le vostre speranze di superare il test ed essere ammessi al corso prescelto non potranno che aumentare. Buona fortuna a tutti!

 

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.

Altro... ammissione università, ammissioni 2018, numero chiuso, test d'ammissione 2018, test d'ingresso
Università: 4 corsi su 10 sono a numero chiuso, atenei sempre più blindati

Sono numerosissimi e continuano ad aumentare i corsi di laurea a numero programmato che pongono uno sbarramento delle iscrizioni tramite...

In 83mila per i test d’ammissione: aumentano candidati per Medicina

Pubblicati i numeri dei candidati iscritti ai test a numero programmato a livello nazionale. Continuano ad aumentare gli aspiranti i...

Chiudi