Università di Catania

A Catania oltre 10 milioni investiti e 36 borse di formazione per la ricerca

Con un finanziamento di 10.440.000,00 euro la Regione Sicilia punta allo sviluppo del settore della Ricerca & Sviluppo e la nascita di spin off di ricerca. Si parla di un ammontare complessivo di 81 borse di formazione per laureati non ancora inseriti nel mondo del lavoro. Si punta a finanziare diverse proposte progettuali, anche a Catania.

Più di 10 milioni di euro investiti nel settore Ricerca & Sviluppo. Una campagna di ammodernamento e incremento dell’occupazione giovanile in Sicilia che è stata avviata dalla Regione stessa, la quale affida ai CNR siciliani la responsabilità di attuare percorsi di formazione e ricerca specialistica.

In totale si tratta di 81 borse di studio che saranno utilizzate per avviare progetti in svariati campi scientifici, tra i quali: life science, smart cities e tecnologie della conoscenza per la ricerca e l’imprenditorialità.  Ai progetti potranno partecipare ricercatori under 40 che abbiano  conseguito un dottorato di ricerca o una laurea specialistica nei settori individuati dalla Strategia per la Specializzazione Intelligente. Queste giovani eccellenze potranno accedere a percorsi di formazione per un totale di 18 mesi.

Parecchie le offerte che riguardano progetti che si svolgeranno a Catania.

Sono state messe al bando 9 borse di formazione presso l’Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali nella sede di Catania, per laureati che si occuperanno di  ricerche inerenti il settore tematico “Turismo – Beni Culturali – Cultura”. Il percorso di formazione è gestito dall’IBAM e la scadenza per la presentazione delle domande è il 31 gennaio 2018.

Altrettante 9 borse di formazione sono state messe a disposizione presso l’Istituto di Chimica Biomolecolare, nella sede secondaria di Catania, e presso l’Istituto di Biostrutture e Bioimmagini, sempre nella sede secondaria di Catania. Il bando è rivolto a  laureati interessati ad occuparsi di attività di formazione e ricerca nel campo dell’area scientifica “Scienze della vita”. Il progetto è gestito da ICB e il termine per la presentazione delle domande è il 31 gennaio 2018.

ISN organizza un concorso di pubblica selezione per il conferimento di 9 borse di formazione per la partecipazione al progetto di studio e ricerca nell’ambito del progetto “Svilupppo ed applicazione di tecnologie biosensoristiche in genomica”. Il percorso si svolgerà  presso l’Istituto di Scienze Neurologiche, sede secondaria di Catania, e presso l’Istituto per la Microelettronica e Microsistemi, sempre nella sede di Catania. La domanda per partecipare al progetto deve essere presentata entro il 29 gennaio 2018.

Ulteriori 9 posti sono messi a disposizione per partecipare al progetto di formazione e ricerca  presso le sedi secondarie di Catania del CNR-IVALSA  e del CNR-IMM  nonchè del CNR-ISTC. I laureati selezionati lavoreranno a ricerche nell’area scientifica “Scienze Agroalimentari – Scienze dei Materiali – Scienze Informatiche”. Le domande possono essere presentate entro il 26 gennaio 2018.

Necessario conoscere alcune informazioni sulle modalità d svolgimento dei progetti finanziati in questa grande operazione avviata dalla Regione Sicilia. I vincitori delle borse di formazione seguiranno complessivamente 150 ore di formazione a cui si aggiungono 20 ore mensili di tutoraggio che si svolgeranno nel corso di tutto il periodo di formazione e consiste nell’affiancamento e nel sostegno individuale al borsista da parte di personale specializzato. La formula adottata è quella del  learning on the job, ma anche dell’analisi di casi e di project work  potenzialmente applicabili ad un progetto imprenditoriale.

Necessari dei requisiti particolari per accedere a queste borse di formazione d’eccellenza. I partecipanti devono essere laureati in possesso di curriculum scientifico professionale idoneo allo svolgimento di attività di ricerca come previsto dal comma 2 dell’art. 22 della Legge 30 dicembre 2011, n. 240 e devono quindi risultare inoccupati e/o disoccupati ai sensi della normativa vigente. Inoltre devono esere  residenti o domiciliati nella Regione Sicilia da almeno 12  mesi e in possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio: Laura Magistrale; Laurea Specialistica; Diploma di Laurea; Titolo di Dottore di Ricerca.

I partecipanti non possono percepire altre borse di studio (quali ad esempio quelle di dottorato) né assegni di ricerca, né tanto meno altre forme di reddito da lavoro, ad  eccezione di quelli che possono derivare da contratti di collaborazione occasionale che non superino la soglia dei € 5.000,00 lordi annui.

Il profilo dei candidati si completa delle seguenti caratteristiche: età inferiore ai 40 anni; adeguata conoscenza della lingua italiana e della lingua inglese e possedimento di un percorso scientifico-professionale inerente all’attività di ricerca (o accademica, o di alta formazione, o professionale) del bando per cui si concorre.

Speciale Test Ammissione