Altro

UNICT – In diretta dalla conferenza stampa di Porte Aperte all’Università di Catania

In diretta dalla conferenza stampa di Porte Aperte UNICT

DIRETTA 2



DIRETTA 1

Grazie alla partnership con alcune delle maggiori istituzioni e associazioni culturali e artistiche cittadine, anche quest’anno l’Università di Catania metterà a disposizione le sue sedi storiche per ospitare – dal 18 giugno al 31 luglio 2016 – un ricco calendario di incontri, concerti, manifestazioni teatrali e cinematografiche rivolte agli studenti, ai futuri studenti e alle famiglie.

Il programma “Porte aperte alla musica, al teatro, al cinema 2016” verrà presentato dal rettore Giacomo Pignataro in una conferenza stampa convocata per venerdì 10 giugno alle 11, nella corte di Palazzo Sangiuliano, in piazza Università 16. L’iniziativa si colloca nell’ambito della campagna di promozione e di informazione sui corsi di studio 2016-17: “Studia con noi”.

Interverranno i rappresentanti di tutti i soggetti coinvolti nel programma di iniziative: Teatro Massimo Bellini, Associazione Musicale Etnea, Associazione Catania Jazz, Mercati Generali, Associazione Ingresso Libero/Fondazione Lamberto Puggelli, Catania Lab, CineStudio srl, Marionettistica Fratelli Napoli, Festival del Cinema di Frontiera, Ass. teatrale Angelo Musco,
Rocketta booking, Associazione culturale Città Teatro, Società Catanese Amici della Musica,
Culture possibili, Officine Culturali, Isola Quassùd, Liceo classico Spedalieri e Scuola Superiore di Catania.

La collaborazione di un numero così consistente di istituzioni ed associazioni culturali non va vista solo in ragione del prestigio monumentale di sedi come l’ex Monastero dei Benedettini. Portare la musica, il teatro, il cinema nell’Università è soprattutto una scommessa sul vasto pubblico giovanile che ruota intorno all’Ateneo, offrendo un programma che abbina innovazione e tradizione, tratto comune dei diversi generi proposti.
Il tema di quest’anno, volto a valorizzare il ruolo di Catania come grande città universitaria, sarà per l’appunto “L’università nella città” e comprenderà uno sforzo particolare per evidenziare il ruolo dell’immaginario letterario, cinematografico e teatrale per la riappropriazione degli spazi e dei luoghi e per promuovere la creatività giovanile e l’inclusione sociale.
Alcuni degli eventi ad ingresso libero, pertanto, prevedranno una sottoscrizione a sostegno della campagna “I Briganti si meritano un prato”, e saranno realizzati anche dei laboratori per bambini e ragazzi dei quartieri cittadini nel Giardino di via Biblioteca.

Rimani aggiornato