Altro Attualità News Società

Sant’Agata in “Live”: la diretta della festa seguita con gli occhi di un devoto

sant'agata 2

Dopo il successo degli scorsi anni, LiveUnict è lieto di riproporvi “Sant’Agata in “Live”: la festa seguita con gli occhi di un devoto”. La redazione seguirà per voi l’intera processione della Santa Patrona di Catania Agata, raccontandovi i momenti più belli della festa, i luoghi e le posizioni della “vara” ora dopo ora, nei giorni 4, 5 e 6 febbraio 2016.



“Cittadini, semu tutti devoti tutti? Cittadini! Cittadini! W. Sant’Agata!”

La festa di Sant’Agata, l’evento più atteso da Catania e dai suoi cittadini, sarà seguita dai nostri redattori, nonché devoti, che sono già per le strade. Rimarranno circa 76 ore in giro per la città, senza mai fermarsi (dormendo magari qualche oretta, si spera!). Seguiranno con gioia e commozione la “vara” e ci invieranno tweet, foto e commenti di tutto quello che succede a ridosso del fercolo della Santa e nelle vicinanze. Il momento aspettato per tutto l’anno finalmente è arrivato. La storia si ripete, ma la fede e la voglia di ammirare e stare vicino il busto reliquiario della Santa è sempre tanta, perché l’emozione è unica, come se ogni anno fosse la prima volta. I nostri due redattori cominciano il loro percorso, coadiuvato da vari membri della nostra redazione.

6 FEBBRAIO

11.19: Sant’Agata viene rivolta verso i fedeli e subito dopo varca la Porta Santa facendo il suo ingresso in Cattedrale. Circa 50 minuti di ritardo rispetto lo scorso anno, la santuzza era rientrata alle 10.29

11.10: Il Duomo è pieno di fedeli pronti ad accogliere Sant’Agata.

11.07: Sant’Agata è giunta in via Santa Maria della Lettera

10:26: Il fercolo ha appena fatto manovra in piazza Mazzini, pronto per procedere in direzione piazza Duomo per il rientro.

9.55: tradizionale scambio di fiori con le suore benedettine. Adesso si andrà verso Piazza Mazzini,così da preparare le manovre per il rientro

9.40: La nostra bella Santa è finalmente arrivata in Via Crociferi dove sta per iniziare il canto delle suore benedettine di clausura. Nel frattempo in via etnea inizia la pulizia straordinaria delle strade

9.00: tutto pronto per la salita di San Giuliano ( rispetto lo scorso anno si è in ritardo di 35 minuti)

05.46: iniziano i tanto attesi fuochi di Piazza Borgo, lo scorso anno erano stati alle 5:21

02.37: Sant’Agata raggiunge la Mercede in via Caronda

02.01: candelore nei pressi di Villa Bellini

01.47: la Santa è ferma in via Caronda, all’altezza di “Mantegna”; le candelore si trovano ad angolo Via Etnea-via Caronda.
Come di consueto registrata massiccia presenza di devoti, che riempiono tutte le arterie del centro storico.

00.20: candelore in Via Etnea

5 FEBBRAIO

candelore.di.catania.sant.agata

23.56:il fercolo si muove verso via Caronda

23.48: la Santa è arrivata alla villa Bellini. C’è stato un principio di rissa ma adesso la situazione si è normalizzata.

23.39: Una folla immensa attende la Santa alla Villa Bellini. Il cordone è già arrivato, a breve farà il suo ingresso anche il fercolo.

23.46: la Santa è arrivata alla villa Bellini. C’è stato un principio di rissa ma adesso la situazione si è normalizzata.

21.51: la santuzza ha appena superato piazza Stesicoro, si trova vicino i negozi Motivi e Guess e al momento il fercolo è fermo.

20.00: la processione ha appena superato l’angolo dei quattro canti.

19.10: le candelore festanti e luminose hanno raggiunto la zona della Rinascente di via Etnea.

18.55: il fercolo è arrivato davanti la Collegiata. Si nota una grandissima quantità di ceri accesi, nonostante l’ordinanza del sindaco.

foto di Salvo Puccio
foto di Salvo Puccio

18.40: la Santa ha imboccato la via Etnea in direzione Piazza Stesicoro.

17.25: fuochi d’artificio accompagnano l’uscita di Sant’Agata. La processione interna sta per iniziare.

12.37: le Reliquie di Sant’Agata si trovano adesso in Cattedrale. I catanesi popolano piazza Duomo per questo giorno di festa. Nel pomeriggio riprenderà la procesisone per il giro interno.

5.45: Sant’Agata rientra in Cattedrale. Finisce così il caratteristico ed intenso giro esterno. In mattinata il Pontificale presieduto dal neo Arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice.

03:51: Il fercolo ha appena raggiunto l’Angelo Custode e si prepara ad affrontare la “calata della marina”.

2.10: si stanno effettuando le manovre per girare il cordone.

1.53: finiscono i fuochi d’artificio.

1.38: la Santa entra in piazza Palestro.

00.40: fuochi in piazza Risorgimento.

00.22: le candelore passano sotto il fortino.

00.13: le candelore sono ferme in piazza Palestro.

4 FEBBRAIO

23.59: S.Agata sta per raggiungere Piazza Risorgimento

23:21: il fercolo ha imboccato via Vittorio Emanuele in direzione di Piazza Risorgimento.

20:54: la santuzza si trova in via Plebiscito, nei pressi dell’ospedale Santo bambino.

20.37: la processione ha appena imboccato via Plebiscito.

19.18: S. Agata dentro la Chiesa di S. Agata la Vetere. Seguirà la messa e successivamente i Vespri.

18.15: seconda rampa della salita dei cappuccini, la Santa è stata coperta a causa della pioggia.

17.50: nonostante le condizioni meteorologiche avverse, il fercolo è fermo davanti il carcere, in attesa che si completi la salita dei cappuccini. Al momento la processione è ferma a causa della pioggia.

14.30: la Santa si trova in Via Umberto.

12.30: i fedeli continuano la processione in onore di Sant’Agata, imboccando viale Libertà.

10.50: prosegue la processione dei devoti, al seguito della Santa. Al momento si trovano in piazza dei Martiri, dove anche i disabili hanno potuto salutare Sant’Agata.

10.20: i devoti sono giunti con la Santa in piazza Cutelli. Ad accoglierli gli alunni del Convitto per un inno dedicato a Sant’Agata

9.27: via Calì. In piazza Cutelli gli alunni del Convitto dedicheranno l’inno a Sant’Agata.

9.10: il fercolo sta per raggiungere il porto.

7.20: l’uscita di Sant’Agata dalla Cattedrale, accolta da una piazza gremita. Al via il giro esterno in direzione via Dusmet.

6.30: il fercolo, dopo la benedizione, è stato posizionato in piazza Duomo, in attesa dell’uscita di Sant’Agata.

5.30: Sant’Agata è accolta dai tantissimi devoti, in una cattedrale gremita.

5.00: tanto stupore e soprattutto tanta fila per i devoti che sono accorsi in Cattedrale per l’attesa “Messa dell’aurora”. Controlli e metal detector in azione all’entrata.