Altra faccia informazione Altro Terza Pagina

I diversi stadi della relazione e delle parole “ti amo”

amoreL’amore è un viaggio tortuoso: ci sono alti e bassi, montagne da scalare e mari da attraversare.

Quando una persona dichiara il suo amore dicendo per la prima volta “ti amo”, il senso di queste due parole cambia di giorno in giorno. Una coppia cresce insieme, incontra nuove situazioni e scopre qualcosa in più di sé e della relazione stessa. In qualunque momento tu lo dica, dove e quando, una cosa è certa: l’amore è presente in maniera diversa in ogni stadio del rapporto.

I primi tre mesi: le farfalle nello stomaco e gli occhi luccicanti.

I primi tre mesi corrono in fretta, sono i più belli ed emozionanti. Quando si dice “ti amo” in questi primi mesi, il senso è “amo questa nuova stagione della mia vita”. Magari non sarà l’amore della tua vita, ma rimane una sensazione diversa e speciale.

Quattro mesi: siete pronti per affrontare il sesso estremo e altri giochini erotici.

Adesso vi fidate l’uno dell’altro e siete pronti per provare nuove posizioni, soprattutto scomode. Il “ti amo” ha una funzione precisa: “voglio che tu mi porta fuori dalla mia zona di comfort”. Vi sentirete sicuri di esplorare sentimenti e desideri nascosti.

Cinque mesi: sei importante.

Dopo il periodo “luna di miele” adesso le cose si fanno serie e ognuno cercherà di dare un posto importante all’altro. In questa fase il “ti amo” nasconde la preoccupazione di avere il cuore spezzato, ti stare male se tutto finirà. C’è ancora incertezza, ma la paura cederà il posto all’adrenalina di una nuova avventura.

Otto mesi: i primi litigi.

In questa fase, il “ti amo” assume connotazioni più marcate. Si tratta di un tenere veramente all’altra persona, sentimento che porta a litigare. In questo caso non ama di più chi vince, ma è la riconoscenza di non volersi perdere. Il litigio vi rende ancora più intimi, più vicini, soprattutto se dopo fate la pace.

Un anno: sei soprattutto il mio miglior amico.

A questo punto, stare insieme è ormai diventato naturale. Il “ti amo” è molto più serio; non è solo una firma dopo un sms o un messaggio su whatsapp, non significa soltanto “sei una persona straordinaria”, significa soprattutto “sei il mio migliore amico, sei il mio mondo”.

Due anni: pensiamo al nostro futuro.

La vostra storia d’amore non si limita semplicemente al quando vi siete conosciuti o ai bellissimi momenti passati insieme, adesso c’è il futuro insieme da tenere in conto. “Ti amo” significa che amate cosa siete e quello che diventerete.

Tre anni: andiamo a vivere insieme, sposiamoci!

Siete pronti per fare il grande passo. Il significato del “ti amo” è molto profondo. Non implica solo il concetto di avere le farfalle nello stomaco, ma c’è la volontà di rendere unico quel “ti amo”, indirizzandolo per sempre ad un’unica persona. Sarebbe più giusto dire “io amo te”.

Quattro anni: il matrimonio.

Arrivati a questo punto, userete queste parole per descrivere un sentimento astratto. Il vero significato andrà ben oltre le semplici parole “ti amo”, sarà un sentimento che vi trasporterà con ogni fibra del corpo. Un sentimento che non può essere tradotto in parole.