In Copertina

Vitalba Andrea, attrice piena di talento e professionalità, dal grande schermo per LiveUniCT

image

Vitalba Andrea, attrice sia in teatro che sul grande schermo, dal grande talento e dallo stile inconfondibile, pieno di passione e attenzione per i dettagli. In teatro l’abbiamo vista in opere come “ Le Trachinie”, “Pipino il Breve”, “Mastro Don Gesualdo”, “La Baronessa di Carini”. Al cinema con  “Porte Aperte” e “Il Ladro di Bambini” per la regia di G. Amelio, con il quale si aggiudica per ben due volte il restigioso Premio Sicilia Cinema come miglior attrice. Tra i tanti film capolavori come “Pane e Tulipani”, “Malena”, “Il Ladro di Merendine”. In TV è stata la mamma di Rino Gaetano. L’abbiamo vista in fiction di successo come “Carabinieri”, “Distretto di Polizia”. Ha lavorato con registi del calibro di Amelio, Tornatore, Cucchiara, Soldini, Sironi, Micol, Pugelli.

Prima d’iscriversi alla scuola di recitazione di Umberto Spadaro del Teatro Stabile di Catania ha recitato in “Come si rapina una banca” messa in scena dal Teatro Azeta di G. Spampinato. Lei é una delle migliori attrici italiane. Com’é nata la sua passione per la recitazione? Quando ha capito di voler fare questo lavoro?

Ho iniziato con ” Come si rapina una banca” ma ne ho fatti tanti altri di spettacoli con Giambattista Spampinato.  Sono salita sul palcoscenico solo per fare una cortesia ad un’amica che, avendo vinto un concorso pubblico, aveva bisogno di qualcuno che la sostituisse. Da quella volta in poi non ho potuto più fare a meno di salire sul palcoscenico, questa professione è diventato il mio ossigeno.

Lei ha vinto il “Premio Sicilia”, fra i tanti, come miglior attrice per ben due volte e sempre per la regia di G. Amelio. Qual é il suo segreto? Come fa ad entrare così tanto dentro un personaggio?

Non ho “segreti”, non ne esistono. Esiste il “Talento” che non si può acquisire neanche con le varie Accademie o scuole di recitazione, nè inventare  con le amicizie o coimagen le raccomandazioni  🙂 . Come entro nei personaggi? Questo si che lo insegna la scuola di recitazione o, quanto meno affina ciò che già naturalmente fa chi ha talento.

Con quale regista tornerebbe a lavorare, e da chi le piacerebbe essere diretta?

Lavorerei nuovamente con tutti i registi con cui ho lavorato, tutti grandi e tutti favolosi, nessuno escluso e comunque con il prossimo 😀 .

Qual é il film che le é rimasto più nel cuore?

Il Film che ho nel cuore è “Il cielo è sempre più blu” col quale aprimmo il Festival Internazionale di Roma. Tratta della storia del grande Rino Gaetano ( io interpreto la madre).

Ha avuto un modello di riferimento per i suoi studi di recitazione?

Non ho avuto nessun modello durante i miei studi di recitazione, guai ad averne secondo me. Tu sei tu e nessuno sarà mai come te. Questo vale per tutti naturalmente. L’unica persona che ascoltavo era il grande Maestro Giuseppe Di Martino.

Pensa che l’arte del teatro sia adeguatamente valorizzata in Sicilia ed in Italia?

Diciamo che c’è la buona volontà di valorizzare adeguatamente l’arte del Teatro in Sicilia….non sempre ci si riesce….

Ha altre passioni oltre la recitazione?

Amo le lingue, gli animali e la musica e amo moltissimo cucinare 🙂

Quanto hanno influito i suoi natali nel suo modo di recitare?

Se non fosse per le esperienze vissute non sarei ciò che sono, natali compresi, quindi benedico tutti e tutto.

Cosa si sente di dire ai giovani attori che vogliono intraprendere questa carriera artistica?

Se potessi dare un consiglio ai giovani che vogliono intraprendere questa carriera direi loro con tutto il cuore :  CAMBIATE IDEA !!!image

Inoltre per tutti gli studenti universitari, che ne abbiano interesse, la Signora Vitalba Andrea impartisce lezioni di
Dizione, Articolazione e/o Recitazione.
Gli obiettivi principali che si vogliono perseguire nel corso proposto sono:

  1. respirazione e impostazione vocale
  2. conoscenza e lettura corretta degli accenti fonici nella lingua italiana
  3.  chiara e corretta articolazione verbale
  4.  acquisizione della lingua italiana senza alcuna inflessione dialettale
  5.  sviluppo della comunicazione attraverso la modulazione della voce
  6.  eliminazione di difetti di pronuncia quali rotacismo (r) , la cosiddetta lingua di pezza ( s) e altri ( t/d).

Le credenziali sono riposte nella pluriennale carriera artistica di attrice di Cinema e Teatro e nel grande insegnamento ricevuto da Fioretta Mari. Chiunque abbia interesse, puó lasciare un commento di seguito, o contattarmi in redazione.