Agricoltura Alimentazione e Ambiente Altri Atenei Architettura (Siracusa) Economia e Impresa Giurisprudenza Ingegneria Lavoro, stage ed opportunità Lingue Matematica e Informatica Medicina Odontoiatria Ostetricia Scienze Biomediche Scienze del Farmaco e della Salute Scienze Formazione Scienze Politiche e Sociali Scienze Umanistiche Scuola Superiore di Catania Università di Catania Università di Ragusa

Sbocchi occupazioni delle Università italiane. Catania è in 47° posizione

[Best_Wordpress_Gallery id=”173″ gal_title=”occupazionali sbocchi”] Siete in procinto di scegliere la vostra università? Dubbi se scegliere un università siciliana? Ti sei mai chiesto quale Ateneo offre i migliori sbocchi lavorativi? Arriva in soccorso la recente pubblicazione del Sole 24 ore, che come di consueto nel mese di giugno stila la classifica nazionale sui migliori Atenei italiani. (guarda la classifica).

La classifica si basa su dodici indicatori di qualità, riportiamo i dati relativi all’occupazione post laurea estrapolando la classifica integrale stilata dal Sole 24 ore basandosi sui dati AlmaLaurea (indagine 2014 sui laureati 2012) tranne: (*) Consorzio Stella (indagine sui laureati 2012) e (**) Dati forniti dai singoli atenei (solo su laureati magistrali e/o a ciclo unico.

Alla prima posizione spicca l’Università di Brescia, subito seguita dalle università di Bergamo e Foro Italico. Molto buoni anche i risultati di Pavia, Milano Bicocca e del Politecnico di Torino. Fra i primi dieci anche l’Università di Verona e la Statale di Milano rispettivamente prima e terza del ranking delle migliori università italiane.

Non brillano le università siciliane, la migliore è l’Università di Palermo, che nonostante la penultima posizione nel rank generale si difende in materia di occupazione e conquista la 39 esima posizione. Disastrosa la condizione dell’Università di Messina al 58° esimo posto. Bassa la posizione dell’Università di Catania (47° esima) che si mantiene in linea con il ranking generale. La “Kore” di Enna 11° esima fra gli Atenei non statali.

Più “tradizionale” la situazione fra gli atenei non statali, dove l’Università di Bolzano continua a tagliare il traguardo per primo, seguito da Milano San Raffaele e Liuc.

 

Rimani aggiornato