Attualità Sport

Sono iniziati i Mondiali 2014 e tu che tifoso sei?

Da una settimana circa sono iniziati i Mondiali di calcio in Brasile,  il primo turno di partite dei vari gironi si è gia completo e quindi già si è perfettamente in grado di classificarsi e classificare chi ci sta attorno su: “Che tipo di tifoso sei?“, prendendo spunto da un video, mi sono permessa di stilare una lista di tipologie di tifoso esistenti sulla Terra e magari persino di nuova creazione ad hoc per questi mondiali. Vediamo un pò quanti ne riuscirete ad identificare mentre sarete impegnati a guardare le partite della nostra nazionale:

Lo Scaramantico: tok-tv-app-mondiali-800x454 (1) Figura quasi mitologica, ma presente ad ogni evento o competizione importante,  segue fin dall’inizio il torneo e pretende che, finché non si completi e non si giunga al triplice fischio della finale che decreterà la squadra vincitrice, tutti coloro che sono con lui/lei e compreso se stesso debbano mantenere la stessa posizione/posto perché come dice sempre Carlo Ancelotti: “Formazione che vince non si cambia”, crede tantissimo nel potere del posto e del suo influsso,  guai a chi prova a sottrargli il suo! Potrebbe essere ammonito severamente ovvero cacciato direttamente dalla stanza. Guarderà tutti i mondiali nella stessa stanza della stessa casa e seduto nella stessa sedia e nella stessa posizione, perché crede che cosi porterà fortuna alla nazionale,  specialmente ora che ha vinto per 2-1 all’esordio contro l’Inghilterra. Personalmente parlando, è tutto vero, pure io stessa sono stata in passato una tifosa-scaramatica infatti è grazie a me se nel 2007 la mia squadra del cuore ha vinto la champions’league. Mai sottovalutarne la forza! -Lo scommettitore: gioca_un_euro_al_lotto_e_vince_120mila_caccia_allo_scommettitore_di_arzachena-330-0-362081 Colui/colei che prima di ogni partita ha già giocato ogni possibile schedina e non importa se perde ma basta che ne azzecca 1 su 357 giocate.  Sa tutte le quote a memorie, le favorite e tutte i punti scommessa nel raggio di 200 miglia,  sa anche chi ha le quote più alte e dove conviene giocare,  prima del fischio d’inzio esclamera’ con veemenza il suo pronostico che puntualmente azzecchera’ se non l’ha potuto giocare per qualche causa di forza maggiore. È quasi inutile che guardi la finale perché ha già giocato la sua squadra vincente e non è nemmeno un vero e proprio tifoso perché tifa tutte le squadre che ha giocato, perché gli importa soltanto di azzeccare la schedina/il sistema già studiato un mese prima dell’inizio dei Mondiali. Vi promettera’ cene e bevute, pure vacanze offerte in caso di cassa! Non prenderlo troppo sul serio protresti illuderti, perché non ti offrirà niente a mala appena se gli va bene coprirà i costi delle perdite. -Il mister : 194918-thumb-full-tipi_da_mondiali Sta, anzi si sente al di sopra di tutti, perché ha la scienza infusa. Sa già la formazione prima della conferenza stampa del CT, sa come giocheranno e come si muoveranno in anticipo, prevede addirittura dei cambi di modulo nel corso della partita,  sa anche i possibili marcatori e chi andrà al tiro. Sa anche le scelte che prenderà il CT dopo la partita in base al risultato e cosa farà per la prossima. Insomma sa tutto, ma non è scommettitore quindi non gioca perché magari farà rosicare quest’ultimo perché azzecchera’ il risultato esatto e primo marcatore.  Mai scambiarli di ruolo perché se il Mister prova a scommettere perde puntualmente,  non è il suo compito. Mai dico mai contestarlo potresti ritrovarti a litigare per ben 2 ore sulla concessione di un fallo o meno e ti reciterà tutto il regolamento a memoria, ti farà vedere l’azione da mille prospettive finché non gli dirai: “si, hai ragione tu”. -Il religioso: img Prega tutti i predecessori dei calciatori convocati che stanno in campo,  ad ogni azione alza al cielo un rosario,  benedice con acqua santa il televisore e trasforma l’acqua in birra per il fischio d’inizio. Ha tutte le immaginette dei vari Rossi, Cabrini, Cannavaro, Schillaci, Baggio con sé,  lo seguono ovunque per qualsiasi partita. Fa pure collezione di figurine, è solito comprarsi l’album per collezionare nuovi eroi da venerare e idolatrare. Ad ogni azione avversaria d’assedio compie una sorta di rito da esorcista per non far passare in vantaggio l’avversario, ha già acceso un lume e compiuto un viaggio a Lourdes,  è in attesa della vittoria finale,  sa che ha anche la benedizione del Papa che presto lo chiamerà come suo segretario. -Il critico: 2014_06_13t212419z_1717778237_gm1ea6e0eyi01_rtrmadp_3_soccer_world_29801_immagine_obig Non c’è filo in campo che cresce bene, tutto fa schifo, sono tutti incompetenti, nessuno è in grado e merita di vestire la maglia della nazionale:” Perché non ha convocato Rossi? Perché fa giocare Marchisio? Ah ha fatto goal? Si ma è stato solo un caso, lui è troppo scarso. Adesso si è fatto male anche Buffon, basta che si passa il tempo a fare il triangolo con la D’Amico e la Seredova, ma dico lo sapeva che doveva venire in Brasile a giocare? Perché nessuno non gli ha messo una camacia di forza? ” e ancora:” L’avete visto a Pirlo? Ha una barba così lunga da fare invidia a Mosè,  lo sa che fa caldo e deve dirigere lui? L’arbitro poi è un incompetente persino un bambino saprebbe distinguere un fallo da giallo o da rosso, e il rigore mancato.? ” –Il Telecronista: cattura-vita-da-divano-gnassi-rimini Passa tutto il tempo a informarvi costantemente sull’andamento della partita e su come potrebbe andare magari, sugli sviluppi di ogni azione e sarà i vostri occhi e orecchie anche se voi vi trovate assieme a lui davanti al televisore, sa tutti i trascorsi di ogni calciatore nonché soprannomi vari, ha anche una seconda voce che si occupa del commento dal campo. Non provate ad interromperlo perché segue un filo logico e potrebbe perderlo, va a finire che inizia daccapo e come una macchinetta vi commentera’ anche il post gara. -L’Imbucato: Tampa Bay Rays v Texas Rangers Non gli frega niente dei Mondiali, cerca solo cibo, drinks e compagnia stile festino a casa, sarà il primo a prenotarsi per l’organizzazione della serata, porterà gente anzi riempirà casa altrui a sua volta, nel tavolo ci sarà ogni sorta di stuzzichino che mai nessuno noterà prima dell’intervallo del fine primo tempo, avrà sempre la bocca e il bicchiere pieno e solitamente si imbuca in coppia, perché si sa ogni occasione è buona per rimorchiare e non c’è niente di meglio delle partite,  habitat maschile ad hoc, quindi o L’Imbucato stesso è una lei oppure farà da tramite per un’amica in cerca di prede. Riempirà la casa di ragazze perché anche se c’è una partita senza donne non c’è party. Eppure deve fare i conti con un habitat maschile abbastanza arido perché purtroppo con i mondiali i ragazzi almeno per quella serata avranno letteralmente la testa solo nel pallone.  Sia prima che dopo.

-L’Ultras: 1fifa_wor Non poteva di certo mancare il Ras della serata, l’animo, la voce e il performer. Passerà il pomeriggio ad allestire la coreografia,  il set e persino il suo look. Dalla sera prima già scaldava la voce con il ripasso dell’inno di Mameli e anche la versione di Fiorello con i nomi dei calciatori convocati. Ha preparato i cori per ogni calciatore, non si sa mai chi potrebbe segnare e lui deve essere pronto. Si è dipinto i colori della bandiera ma rigorosamente nel verso giusto non stile Emma Marrone riscoperta tifosa Ungherese, indossa già dalla mattina la maglia della nazionale perché si prepara al debutto e magari ha predisposto una piccola coreografia in caso di esultanza con una bella Ola, tutto studiato nei minimi dettagli. Tratti caratteristici sono: la mancanza di voce a post gara ma lui continuerà a cantare ugualmente seppur con corde vocali dolenti e preparatevi che potrà chiedervi di  uscire con la bandiera della nazionale per le vie della città perché avrà ancora voglia di festeggiare anche se è la prima partita del girone. Appendera’ la bandiera nel balcone di casa sua perché i passanti devono sapere che è un Ultras. In caso di vittoria finale allestira’ la sfilata e dipingera’ la sua macchina.

 

-Lo studente in crisi: studente stressato:

Il classico studente sotto esami che sia maturando o meno ma nello specifico è uno studente universitario. I mondiali rappresentano la borraccia nel deserto, ogni giorno farà tre pause: ore 18, 21/22 e 24. Corrispondono agli orari delle partite. È un tifoso che racchiude un pò tutte le tipologie a seconda della situazione. Se guarderà le partite a casa perché deve studiare farà lo Scaramantico, se ogni tanto giocherà qualche schedina magari per permettersi qualche agio in caso di vittoria sarà scommettitore e con gli amici si dilettera’ a fare il mister. Ovviamente per farsi bello davanti agli altri farà il Telecronista e se lo inviteranno a guardare le partite a casa di amici o addirittura amici di amici farà L’Imbucato. I mondiali sono la perfetta valvola di sfogo contro la sessione estiva e nessuno studente si tirerà indietro dal non ripetere mentre Neymar sarà in percussione diretto verso l’aria di rigore 1 vs 1.  Lo studente sarà un multitasking per tutta la durata del mondiale e magari andrà a fare esami il giorno dopo la finale ancora truccato da Ultras.

 

Voi a che tipologia appartenete e i vostri amici? Se conoscete altre figure di tifoso sarò ben lieta di aggiornare il mio repertorio. Buon Mondiale e Forza Italia