Attualità

Ma Sanremo è Sanremo?

“Mi dispiace che non ci siano tutti quelli che avremmo voluto. Abbiamo fatto scelte dolorose. Questo Festival sarà una grande festa.”Fabio Fazio annuncia così i nomi dei quattordici cantanti “Big” del Festival di Sanremo. La lista dei famosi è ormai completa e molti non sembrano tanto conosciuti.

 

Quando il giornalista Vincenzo Mollica chiede al conduttore della 63° edizione del Festival della canzone italiana cosa abbia guidato la commissione artistica in questa scelta, Fazio risponde che hanno cercato di ottenere la contemporaneità attraverso due elementi: la popolarità del pop e la qualità delle canzoni.

 

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Almanegretta

 

Molti, tra i nomi dei famosi, sono per la prima volta a Sanremo, e molti non sono mai stati in tv. La scelta della contemporaneità porterà sulla scena l’indipendenza del Concerto del Primo Maggio e il mondo “incantato” dei talent show. Molto spazio ai gruppi famosi, ma non tanto commerciali come i virtuosi siculi Marta sui tubi, gli Almamegretta con il loro reggae napoletano, tra i più amati dai giovani i Modà, e il ritorno del pop divertente e dissacrante dei famosissimi Elio e le storie tese. Tra gli altri cantautori, alcuni sono figli dei talent show: Chiara Galiazzo (vincitrice di X Factor 2012), Annalisa Scarrone (Amici di Maria de Filippi), Marco Mengoni (X Factor); altri sono tra quelle voci italiane conosciute, ma non troppo, che quando arrivano a Sanremo hanno il potere di sorprenderci quasi sempre: Daniele Silvestri, Malika Ayane, Maria Nazionale, Max Gazzè, Raphael Gualazzi, Simona Molinari e Peter Cincotti e Simone Cristicchi.

 

Marta sui tubi

 

Dopo l’annuncio al Tg1, non mancano le polemiche: “Perché Sanremo è Sanremo!”. Prima di iniziare i lavori di scelta, i componenti della commissione sapevano già che avrebbero fatto felici pochi e deluso molti. I “vecchi” della canzone italiana esclusi dalla kermesse di Raiuno, infatti, criticano una scelta troppo popolare e poco qualitativa, mancano i “pilastri” della musica italiana che tra lamenti e simpatiche proteste, provano a consolarsi.

 

Gli artisti porteranno due brani sul palco dell’Ariston e i nomi dei giovani in gara sono stati annunciati nel sito ufficiale del Festival. http://www.sanremo.rai.it

 

I concorrenti giovani e meno giovani si conoscono, quello che manca adesso, è sapere quando Sanremo andrà in onda. Le probabili elezioni politiche, infatti, potrebbero far slittare la kermesse canora più attesa dagli italiani. Il direttore della Rai Giancarlo Leone, ha fatto sapere che entro martedì prossimo ci saranno le date certe.

 

Cari lettori, tenetevi pronti. Arriva Sanremo!