Attualità

Reddito di Cittadinanza, al via censimento: le ultime notizie

Parte il censimento dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Nelle prossime settimane in arrivo moduli web da dover compilare. Di seguito tutti i dettagli fondamentali.

Parte il censimento dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza che possono essere occupabili e che quindi possono perdere l’assegno fra pochi mesi. Nelle prossime settimane i beneficiari riceveranno un modulo web da dover compilare con titolo di studio, esperienze lavorative, situazione familiare. Dati fondamentali che saranno condivisi anche con le agenzie private di collocamento e incrociati con le offerte di lavoro e formazione disponibili per i richiedenti. 

Al via il censimento del Reddito di Cittadinanza

Nei prossimi giorni i centri dell’impiego invieranno esclusivamente ai percettori del Reddito di Cittadinanza i moduli obbligatori e fondamentali da dover compilare online per inserire il proprio profilo. Sarà necessario inserire i dati richiesti, tra i quali: titolo di studio, esperienze lavorative e situazione familiare. Un’informazione importante è quella che riguarda i suddetti dati, tali verranno consegnati e custoditi con le aziende di collocamento, che a loro volta avranno tempo cinque mesi per incrociarli con offerte di lavoro e corsi di formazione disponibili, dunque offrire un posto di lavoro ai membri delle tantissime famiglie prima che possano perdere il Reddito di Cittadinanza.

Chi potrebbe avere il Reddito di Cittadinanza

Sono circa 600 mila le famiglie che tra sei mesi, ad agosto 2023, potrebbero dire addio al Reddito di Cittadinanza. Lo scorso dicembre 2022 l’Ufficio Parlamentare di Bilancio aveva evidenziato come “il 38,5 per cento dei nuclei che oggi ricevono il Reddito di cittadinanza potrebbe essere escluso a partire da agosto”. Si aggiunge che “tre quarti dei nuclei percettori composti da una persona sola smetteranno di ricevere il Reddito di Cittadinanza”. Si evince che la quota di esclusi si restringe con l’aumentare del numero di componenti familiari, essenzialmente per la presenza di minori.

Tra coloro che perderanno il sussidio vi sarà quasi certamente chi rifiuterà un’offerta di lavoro da qui all’estate, così come la mancata presenza ai corsi di formazione comporterà la perdita definitiva del Reddito di Cittadinanza.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

 Bonus bollette 2023: a chi spetta e come ottenerlo