Attualità

Reddito di cittadinanza, scatta il blocco del conto corrente: quando avviene

reddito di cittadinanza
Novità riguardanti il reddito di cittadinanza. Scatterà il sequestro del conto corrente per chi non comunicherà all'Inps di aver trovato un lavoro. Le ultime notizie.

I “furbetti” del reddito di cittadinanza ci sono sempre stati da quando è in vigore tale incentivo. Da adesso, tuttavia, scatterà una nuova misura per chi dimenticherà di comunicare all’Inps che ha trovato un lavoro. Infatti, tutti coloro che non hanno comunicato ciò, rischieranno la chiusura del conto corrente e la restituzione della somma indebitamente percepita.

La Cassazione spiega che: “qualora il profitto derivante dal reato sia costituito da denaro, la confisca viene eseguita, in ragione della natura del bene, mediante l’ablazione del denaro comunque rinvenuto nel patrimonio del soggetto fino alla concorrenza del valore del profitto medesimo e deve essere qualificato come confisca diretta e non per equivalente”.

Tuttavia, a causa di alcuni episodi, nel 2022 ci saranno più controlli a riguardo per evitare che si percepiscano somme indebitamente. La Manovra del governo prevede anche verifiche sui requisiti patrimoniali “con specifico riferimento ai beni detenuti all’estero” che l’Inps dovrà mettere a punto ogni anno e ci saranno inoltre controlli preventivi dei dati anagrafici di residenza, soggiorno e cittadinanza. L’Inps comunicherà “i casi sospetti” ai Comuni e i sindaci avranno poi 120 giorni per le relative verifiche.

Nelle regole di chi percepisce il reddito di cittadinanza, nello specifico, nell’articolo 20 della nuova manovra economica, è esplicitamente scritto che “un cittadino può rifiutare solo un’offerta “congrua” su due, invece prima era due su tre. 

Università di Catania