Scuola

News scuola: cattedre coperte a settembre, ma i docenti devono vaccinarsi

concorso ordinario scuola
News scuola: il nuovo anno deve aprirsi, secondo il ministro dell'istruzione Patrizio bianchi, all'insegna della presenzialità. Ma non ancora tutti sono stati vaccinati.

News scuola: il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi durante la registrazione della puntata di Porta a Porta, programma Rai di dibattito, diretto e condotto da Bruno Vespa, afferma quanto sia importante poter tornare alle lezioni in presenza nelle scuole l’anno prossimo.

Il programma discusso dal governo si sta impegnando, afferma Bianchi, affinché tutti, compresi gli asili nidi, possano essere riaperti e permettere la presenzialità ma, affinché questo sia possibile è necessario che tutti gli operatori scolastici e il corpo docenti venga vaccinato.

Cattedre assegnate a settembre

Patrizio Bianchi insiste su un necessario rientro a scuola: “Stiamo lavorando per settembre, per evitare di avere cattedre scoperte. Stiamo lavorando in tutta Italia per questo, sappiamo la grande sfida che abbiamo di fronte“. e continua dicendo: “Bisogna tornare a scuola perché dobbiamo tornare alla socialità, il prossimo anno deve diventare un anno costituente per ripensare alla scuola che deve essere più affettuosa; prima la scuola era scontata, c’era, ora si ci rende maglio conto dell’importanza. Bisogna rimettere la scuola al centro della nostra comunità ma anche dei nostri affetti“.

Apre una parentesi sugli asili nido: “Gli asili nido sono importanti per la vita delle famiglie e per i bambini, abbiamo una grande differenza nel Paese, i 4 miliardi e mezzo servono per dare a tutti le stesse opportunità. Sugli asili nido dobbiamo ridurre i divari territoriali fra Nord e Sud“.

News scuola: il piano estivo

Il ministro afferma come ci sia in programma un piano estivo: “Avremo un’estate diversa perché abbiamo messo 510 milioni per dare continuità, per fare un ponte fra questo e il prossimo anno scolastico. Organizzeremo una stagione di recupero di socialità, ovviamente su base volontaria“.


Scuola aperta anche ad agosto e attività ricreative: il piano del Ministero


Il punto sulle vaccinazioni

È un problemone, non un problemino, se mancano 20 insegnanti in una scuola. Siamo arrivati al 70% di vaccinazioni, dopo aver vaccinato i più anziani e i fragili, torneremo a completare le vaccinazioni. Il corpo insegnante è maturo, la metà ha più di 55 anni, è giusto che si preoccupino. Bisogna completare le vaccinazioni e bisogna avviare un fortissimo investimento nella scuola: ora siamo in grado di farlo, con l’aiuto dell’Europa“.

Il ministro Bianchi ha voluto sottolineare come durante quest’anno di Dad i docenti non si siano mai risparmiati e come questa nuova didattica a distanza abbia cambiato tutti. “È stato un anno non di chiusura ma anche di grande innovazione“.

Rimani aggiornato