Scuola

News scuola, 31.9 miliardi per l’istruzione: gli interventi

Scuola ai tempi Covid
News scuola: discusso ieri il Pnrr in presenza del Presidente del Consiglio Mario Draghi e di alcuni ministri. Attesa per oggi la discussione sul Recovery Plan.

News scuola: si è svolta ieri sera a Palazzo Chigi la riunione sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) in presenza del Premier Mario Draghi insieme con i capidelegazione delle forze di maggioranza e i ministri coinvolti nella stesura del Piano. Per oggi è atteso il Consiglio dei ministri in merito al Recovery Plan, che lunedì e martedì è atteso alla Camera. Le misure in questione riguardano news scuola e mirano a supportare il settore istruzione.

News scuola, cosa prevede il Recovery Plan

Atteso il fondo detto “Recovery Plan” in discussione e che servirà per supportare nell’immediato diversi settori, tra cui anche l’Istruzione. Nel documento in esame si legge che l’obiettivo complessivo per quanto attiene l’ambito di istruzione e ricerca è “rafforzare il sistema educativo, le competenze digitali e STEM, la ricerca e il trasferimento tecnologico”.

Gli investimenti sono pari a 221,5 miliardi, di cui 191,5 rientrano nel piano di Recovery, mentre ulteriori 30 miliardi verranno aggiunti con il Fondo istituito dal Governo e finanziato con il deficit. Previste 6 missioni e 16 categorie di spesa, ognuna di queste è poi suddivisa a sua volta in un elenco preciso di progetti di investimento con un preciso cronoprogramma di realizzazione.

Questa modalità di divisione del lavoro è necessaria al fine di ottenere i pagamenti da parte dell’Unione Europea. L’anticipo, pari a circa 23-24 miliardi arriverà con una procedura diversa entro la fine di luglio una volta che il Pnrr verrà approvato definitivamente.

News scuola, i piani da realizzare

Fondamentale nel piano di Recovery Plan risulta essere la digitalizzazione e l’innovazione per cui sono stanziati 42,5 miliardi di euro, pari al 22% del totale stanziato. Inoltre, 57 miliardi andranno al green e 25,3 alle infrastrutture per favorire una mobilità sostenibile.

Il settore riguardante Istruzione e ricerca vedrà stanziati 31,9 miliardi (il 17% del totale), mentre all’inclusione e alla coesione andranno complessivamente 19,1 miliardi.

Rimani aggiornato