Scuola

Concorso ordinario scuola: guida alla preselettiva

concorso straordinario scuola
Concorso ordinario scuola: la preselettiva ci sarà? C'è la possibilità che per i concorsi già banditi, la prova venga mantenuta. Ecco una guida per i candidati.

Concorso ordinario scuola: si spinge in questi giorni per accelerare sui concorsi scuola e, in particolare, su quello che dovrebbe riguardare principalmente i neolaureati e coloro che sono in possesso dei 24 cfu per l’insegnamento. C’è tuttavia ancora tanta incertezza in merito allo svolgimento delle prove, soprattutto a seguito dei cambiamenti in merito ai concorsi pubblici, che vedrebbero abolite le prove preselettive. L’obiettivo, infatti, sarebbe quello di accelerare le procedure e di svolgere le prove in totale sicurezza in tempi di Covid.

Concorso ordinario scuola: ci sarà la preselettiva?

Se ci sarà o non ci sarà la preselettiva, come da bando di concorso, non è ancora chiaro. Ciò che si sa per certo è che il concorso ordinario deve partire al più presto, altrimenti si rischiano dei grossi buchi in cattedra durante i prossimi mesi. L’ha precisato anche la sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia, che ha ribadito: “Dobbiamo fare partire il prima possibile, e sto lavorando per questo, il concorso ordinario già bandito. 450.000 persone si sono già iscritte e aspettano. Hanno diritto di avere la loro occasione e la scuola ha bisogno di loro”.

C’è tuttavia il rischio che, al posto della preselettiva, si proceda alla valutazione dei titoli e dei servizi per fare una prima scrematura dei candidati. Questo escluderebbe, nei fatti, i moltissimi giovani che grazie a questo concorso avevano una possibilità di entrare nel mondo della scuola. La valutazione per titoli e servizi privilegerebbe infatti coloro che hanno già accumulato mesi di insegnamento ed escluderebbe pressoché del tutto i neolaureati.

Tuttavia per i concorsi già banditi, c’è la possibilità che la preselettiva venga mantenuta. La scelta spetterebbe, infatti, ai ministeri competenti. Come sottolineato da Brunetta: “Per i concorsi già banditi per i quali non sia stata svolta alcuna prova, le amministrazioni possono, non devono, prevedere una fase di valutazione dei titoli di studio legalmente riconosciuti ai fini dell’ammissione alle prove successive e possono prevedere una sola prova scritta e una eventuale prova orale”.

In cosa consiste la preselettiva

Qualora la preselettiva fosse confermata, la prova sarà computer based e avrà il compito di valutare le competenze dei candidati in merito ad alcuni argomenti. Tra questi, segnaliamo capacità logiche; comprensione del testo; conoscenza della normativa scolastica; conoscenza della lingua inglese almeno al livello B2.

La preselettiva è uguale per tutte le classi di concorso e che ha una durata di 60 minuti. Stando alle ultime informazioni in merito, le domande saranno suddivise nel seguente modo: capacità logiche 20 domande; comprensione del testo 20 domande; conoscenza della normativa scolastica 10 domande; conoscenza della lingua inglese almeno a livello B2 10 domande. Come verranno valutate? Sarà assegnato 1 punto per ciascuna risposta esatta, 0 punti alle risposte non date o sbagliate.

Cosa succede dopo la preselettiva

Come accennato, la preselettiva avrà come obiettivo quello di fare una prima scrematura dei candidati del concorso ordinario scuola, per abbassare il numero di partecipanti alle prove vere e proprie. Quest’ultime andranno a valutare, invece, le competenze dei candidati in merito alle singole aree disciplinari per cui si concorre.

Coloro che supereranno la prova preselettiva potranno accedere alla prima prova scritta. Al contrario, chi non riuscirà a superare questa fase terminerà il concorso. Si ricorda, infine, che il punteggio della preselettiva non farà parte della graduatoria finale.

Rimani aggiornato