Scuola

Scuola, quest’anno si torna a bocciare anche con la DaD

didattica a distanza
Quest'anno gli studenti rischiano di essere bocciati nonostante la Didattica a Distanza: è quanto emerge in queste ultime ore.

Anche quest’anno, come nel 2020, il mondo scuola ha riscontrato delle difficoltà dovute all’emergenza sanitaria, ed è per questo che si è aperto nuovamente il dibattito sulla possibile promozione automatica. Secondo le ultime notizie, in quest’anno scolastico torneranno le bocciature per chiunque presenterà gravi insufficienze: è quanto comunicato dal Ministero dell’Istruzione.

“Al momento le disposizioni sono quelle pre-Covid e dunque sarà possibile rimandare e anche bocciare chi ha molte insufficienze”: è quanto annunciato al Corriere della Sera anche da Cristina Costarelli, preside di un liceo romano.

L’ordinanza emanata lo scorso anno prevedeva la promozione anche in caso di insufficienze, anche se il consiglio di classe aveva facoltà di bocciare se in assenza di elementi valutativi, ad eccezione della mancata apparecchiatura per essere presenti in Dad.

Quest’anno invece, l’orientamento del Ministro dell’istruzione Bianchi sarebbe proprio quello di mantenere gli stessi criteri di valutazione adottati prima dello scoppio della pandemia, e quindi la possibilità di rimandare o bocciare.

Rimani aggiornato