Scuola

News scuola: Miur pensa a un esame di maturità “light”

maturità 2021
Foto di repertorio.
News scuola: gli studenti dell'ultimo anno di liceo si chiedono come sarà la maturità 2021. Il ministero dell'Istruzione pensa a un esame light. I dettagli.

Tra le news scuola più importanti, oltre a quelle che riguardano il concorso scuola, c’è quella sull’esame di maturità 2021. L’anno scorso, a causa della situazione epidemiologica legata al Covid-19, la maturità aveva cambiato volto per gli studenti. Sembra che, anche quest’anno, gli intenti del Ministero dell’Istruzione siano gli stessi e che si stia lavorando per programmare tutto con largo anticipo.

Cosa si prospetta per gli studenti dell’ultimo anno delle superiori? Ci sarà un esame di maturità classico, con prove scritte e prove orali, oppure si tratterà anche quest’anno di un esame “ridotto”?. Vediamo le ultime novità.

News scuola: verso una maturità “light”

Il Miur lavora sugli esami di stato 2021. La ministra Lucia Azzolina, nei giorni scorsi, ha assicurato che nuove indicazioni arriveranno in tempi brevi e che saranno più chiare possibili. L’obiettivo è quello di permettere agli studenti dell’ultimo anno di liceo di prepararsi al meglio in vista dell’esame.

“Il ministero sta lavorando – ha dichiarato la ministra Azzolina – Abbiamo chiesto agli studenti di farci delle proposte: lo scorso anno ci hanno presentato proposte molto ragionevoli; una decisione la prenderemo a breve, i ragazzi a causa dell’incertezza assoluta per le date di rientro che slittano come la tela di Penelope, hanno bisogno di avere certezze che il ministero darà a breve”.

Le ipotesi al vaglio

Nello specifico, le ipotesi alle quali starebbe lavorando il Ministero dell’Istruzione, capitanato da Azzolina, sarebbero due: riproporre lo stesso esame dello stesso anno o proporre una sola prova scritta e una orale. Nel primo caso, si tratterebbe di un solo orale in presenza, di fronte a una commissione di soli docenti interni all’istituto di appartenenza del maturando. Nel secondo caso, la prova scritta sarebbe una al posto di due. Ciò che è quasi certo è che non ci sarà, per quest’anno scolastico e a differenza dello scorso anno, una ammissione generalizzata.


Scuola e università: le novità nel nuovo Dpcm

Rimani aggiornato