Scuola

Concorso straordinario scuola, quando ripartirà? Le novità

scuola
Concorso straordinario scuola: in pausa forzata, imposta dalle manovre d'emergenza Covid, gli aspiranti docenti di ruolo sono in attesa di novità. Quali sono le ultime notizie al riguardo?

Concorso straordinario scuola: gli aspiranti docenti a tempo indeterminato sono costretti ad un lungo stop causato dal peggiorare dell’epidemia da Coronavirus nuovamente impazzata in lungo e in largo per l’Italia. Come conseguenza, tutte quelle procedure che, quasi in modo scontato, si consideravano già terminate per la fine del 2020, si trovano in pausa forzata a tempo, momentaneamente, indeterminato.

Quando potrebbero riprendere le procedure concorsuali straordinarie, avviate ma mai finite di espletare completamente? Per quanto dovranno stare in attesa i docenti di tutta Italia, alcuni dei quali hanno già svolto la prova? Ecco tutte le ultime notizie al riguardo, e le possibili ipotesi sul quando le procedure riprenderanno.

Concorso straordinario scuola: tra docenti in attesa e prove già svolte

Il caso di questo concorso è davvero singolare: il dilagare dei nuovi contagi da Covid-19, infatti, l’ha lasciato praticamente a metà. Come risultato, in lungo e in largo per l’Italia l’unica prova è stata svolta, ma non da tutti i docenti partecipanti al bando: solamente, all’incirca, dal 70% dei candidati. Per chi è rimasto fuori, è già stato assicurato più volte che, una volta rientrata la situazione d’emergenza, verrà data la possibilità di svolgere la mancata prova scritta.

E per chi l’ha già svolta? L’attesa è diventata quasi estenuante, per coloro che hanno battuto per tempo le manovre dettate dall’emergenza Covid. Lo scorso 4 novembre, infatti, era stato annunciato l’inizio delle procedure di correzione delle prove: a più di un mese di distanza, ancora non si ha alcuna notizia. Lo scorso 24 novembre, è stato precisato, da parte del Ministero, che, solo per i candidati che avranno superato la prova scritta, si procederà alla valutazione dei titoli.

Una volta corrette tutte le prove scritte, la graduatoria coi risultati sarà visibile pubblicamente sul sito dell’Ufficio Scolastico Regionale responsabile della procedura, formata in base agli effettivi posti disponibili per data regione. Per quanto riguarda i vincitori del concorso, le nomine non saranno disposte prima dell’anno scolastico 2021/2022.


Scuola in presenza, l’allarme del sindacato: “Si rischia terza ondata”

Rimani aggiornato