Scuola

Al via il concorso scuola straordinario: 32 mila insegnanti coinvolti

concorso scuola
Scuola, al via le prove per il concorso staordinario: coinvolti più di 32 mila insegnanti della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Ha preso il via stamattina il concorso straordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado, riservato agli insegnanti  con almeno 36 mesi di servizio. Diverse le misure anti-Covid: la temperatura sarà misurata all’ingresso, ci sarà obbligo di indossare la mascherina, vietati gli assembramenti e rispetto della distanza di sicurezza.

L’organizzazione delle prove

Tale procedura mette a bando 32.000 posti, alla quale si sono iscritti 64.563 candidate e candidati. Attenzione: non tutti i partecipanti svolgeranno le prove domani. Le candidate ed i candidati saranno suddivisi/e per classi di concorso e su più giornate: le prove continueranno sino al prossimo 16 novemebre per garantire un numero di partecipanti limitato al giorno e la massima sicurezza.

Nella sola giornata di domani sono attesi 1.645 candidati e candidate, suddivi/e in 171 aule distribuite sull’intero territorio nazionale.

A seguito dell’emergenza sanitaria in corso, è stato previsto un preciso e severo Protocollo di sicurezza: sarà senza dubbio garantito il distanziamento fisico, tutti e tutte indosseranno sempre la mascherina, saranno presenti prodotti igienizzanti per le mani, i partecipanti avranno accesso alle aule uno alla volta e sarà loro misurata la temperatura.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

Gli spazi utilizzati sarano igienizzati prima e dopo le prove. I candidati e le candidate, durante la fase di organizzazione delle prove, sono stati/e distribuiti/e in rapporto alla capienza delle aule utilizzate, al fine di garantire il massimo distanziamento fisico, con una media di 10 candidati per aula.

Come sono strutturate le prove

La prova da svolgere sarà “computer based” con una durata di 150 minuti. Per i posti comuni sono previsti cinque quesiti a risposta aperta relativi a conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche sulla materia di insegnamento. Seguirà un questito composto da un testo in inglese, con cinque domande a risposta aperta, al fine di verificare la comprensione del testo al livello B2.

Per il posti di sostegno, invece, sono previsti cinque questiti a risposta aperta, finalizzati all’accertamento delle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità e valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità. Ci sarà anche un quesito composta da un testo in lingue inglese con cinque domande a risposta aperta con lo scopo di verificare la comprensione del testo al livello B2.

Cosa ne pensano i sindacati

Chi si prende la responsabilità di voler fare a tutti i costi questo concorso per la scuola, ne pagherà le conseguenze fino alla fine. Questo concorso è una follia fatto in questo momento di pandemia e il rischio è che ci siano enormi contenziosi. Nel 2017 venne sospeso il concorso per i dirigenti scolastici a causa di una emergenza maltempo: ci aspettiamo lo stesso buonsenso”, tuonano Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda che hanno indetto una conferenza stampa per oggi.
Per il sistema delle aggregazioni territoriali, per cui una regione gestisce le procedure concorsuali di più regioni, si segnalano casi limite di candidati e candidate  che dalla Campania, la Basilicata, la Calabria, la Puglia e addirittura il Molise dovranno recarsi nelle prossime settimane in Sicilia a Gela a Caltanissetta ma anche in piccole cittadine come Mussumeli, San Cataldo o Mazzarino.
Spaventa l’organizzazione dei viaggi, gli spostamenti da affrontare in queste condizioni in cui l’aumento dei contagi torna a far tremare l’Italia.

UNIVERSITÀ DI CATANIA