News

Coronavirus in Italia: gli ultimi aggiornamenti su numero contagiati

Foto archivio
Tutte le informazioni sull'emergenza Coronavirus in Italia dopo l'ultimo aggiornamento della situazione sull'intero territorio nazionale.

L’atteso ultimo aggiornamento dell’emergenza Coronavirus in Italia è stato reso noto. Il numero dei casi è 283, ai 6 pazienti deceduti fino a ieri sera se ne è aggiunta un’altra stamattina, portando il numero totale dei decessi per Coronavirus in Italia a 7 persone.

Sono 54 le unità in più contagiate da ieri pomeriggio. Il numero dei guariti è di una persona, vale a dire il ricercatore risultato positivo al virus in questione. Le regioni più coinvolte sono Lombardia con 212 persone contagiate con incremento di 40 unità di cui 6 deceduti, Veneto con 38 unità, 5 in più rispetto a ieri e di cui un deceduto, Emilia Romagna con 23 contagiati e 5 nuovi casi in più. Piemonte e Lazio restano invece stabili con 3 unità ciascuna, anche se nell’ultima si registra un guarito.

Sono anche stati riscontrati tre casi in due nuove regioni, quali Toscana e Sicilia. Sarebbero infatti due i casi risultati positivi in Toscana: uno di questi è un imprenditore di Firenze rientrato da Singapore. In Sicilia è invece risulta positiva una turista di Bergamo in vacanza a Palermo, dove sarebbe ricoverata in isolamento.

Entrambi i casi sono i primi accertati per le due regioni, e per quanto riguarda la turista, si tratterebbe della prima persona contagiata nel sud Italia. Sono in corso accertamenti sul gruppo di persone che viaggiava con la donna e su suo marito, che sarebbe risultato negativo al test. Per quanto riguarda la turista ricoverata a Palermo, sono inoltre in corso ulteriori accertamenti sull’effettivo contagio della donna e si attendono i risultati dall’Istituto Superiore di Sanità.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Importante anche la dichiarazione del premier Conte riguardo ad un ospedale che non avrebbe rispettato il protocollo previsto e avrebbe quindi dato origine ad uno dei focolai sul territorio italiano. “Non possiamo prevedere l’andamento del virus — ha dichiarato Conte —. È chiaro che c’è stato un focolaio e che da lì si è diffuso”.

Tra le ultime notizie sarebbe presente anche quella dei due specializzandi del Policlinico di Milano risultati positivi al tampone dopo essere entrati in contatto con il dermatologo dello stesso ospedale che aveva contratto il virus. I due nuovi contagiati si trovano al momento in isolamento presso le proprie abitazioni.

Inoltre, il presidente dell’ordine dei biologi in Italia Vincenzo D’Anna ha cercato di diminuire la paura e il caos che l’espandersi del virus sta causando in tutta Italia. “Il panico è peggiore della malattia e il Covid-19 è poco più di un virus influenzale” ha dichiarato D’Anna. Ai microfoni del programma radiofonico di Radio 2 “I Lunatici”, il presidente dell’ordine dei biologi ha infatti dichiarato che sarebbe necessario affrontare la questione Coronavirus con maggior pacatezza, evitando i sensazionalismi che negli ultimi giorni hanno causato tanto panico e un calo di 40 miliardi di euro nelle borse.

“Lasciamo stare le smanie di mettere in quarantena migliaia e migliaia di persone – ha dichiarato D’Anna -. Bisogna mettere in quarantena solo quelli per i quali esista un fondato sospetto di contagio. Ma si tratta sempre del contagio di un virus influenzale. Un virus che ha una mortalità, se vogliamo, ancora più bassa di un virus influenzale. E il presidente dell’ordine dei biologi ha anche sottolineato le precarie condizioni di salute dei deceduti per il Coronavirus: “Avrebbe potuto ucciderle anche un virus influenzale”.

D’Anna ha infine richiesto l’intervento degli scienziati per rassicurare la popolazione riguardo la reale condizione del virus. Inoltre, il presidente dell’ordine dei biologi ha specificato che è in Europa non risultano molti contagiati semplicemente perché il virus non è cercato.