Terza Pagina

Netflix & Co. fanno male a uomo e ambiente: i risultati di alcuni studi

I dati contenuti in diverse ricerche svelano il potenziale nocivo dei servizi di streaming e mettono in guardia dagli eccessi di un uso troppo intensivo.

Stando a quanto riportano alcuni studi, Netflix sarebbe dannoso non soltanto per la salute dell’uomo, ma anche per quella dello stesso pianeta. A riportare la notizia è stato Eriq Gardner, che sul “The Hollywood Reporter” ha pubblicato un lungo articolo in cui vengono riportati gli effetti dannosi di tutti i servizi di streaming, a partire dal più famoso ed economico Netflix.

L’articolo prende le mosse da una ricerca pubblicata sul Journal of the America Heart Association, in cui si sostiene che chi guarda la televisione per più di 4 ore al giorno ha il 50% di possibilità in più di essere colto da infarto, una percentuale già di per sé preoccupante per i fan dello streaming. Gli amanti delle maratone delle Serie TV, capaci di finire intere stagioni di Game of Thrones o, per citarne una presente su Netflix, di Breaking Bad, in una sola notte, sono dunque messi in guardia. Sotto accusa, in particolare, l’inattività forzata di chi si costringe per ore sullo schermo senza fare altro.

Anche gli impatti sul pianeta non sono da sottovalutare, specie per quel che riguarda il fattore inquinamento. Lo Shift Project di Parigi ha infatti svelato che per alimentare un data center abbastanza a lungo da guardare un video in alta definizione di 10 minuti occorre usare la stessa quantità d’energia necessaria per l’utilizzo di un forno elettrico da 2000 watt a piena potenza.

Secondo Maxime Efoui-Hess, autrice dello studio, guardare un film al cinema comporterebbe uno spreco di energia molto inferiore al fare lo stesso utilizzando un canale di streaming. Sono infatti necessari 6 chilogrammi di anidride carbonica per alimentare gli strumenti necessari a guardare due ore di contenuti su Netflix, mentre andare al cinema “costa” solo circa 200 grammi di CO2 per ogni spettatore.