Scuola

Miur, la ministra Valeria Fedeli presenta le iniziative per il giorno della Memoria

La ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli ha annunciato un programma di iniziative e di attività per il giorno della Memoria. Tra queste il primo cartone animato sulla Shoah realizzato in Europa.

“È importante promuovere tra le studentesse e gli studenti, e in tutta la comunità scolastica italiana, la conoscenza della Shoah. Perché solo attraverso la conoscenza si forma la coscienza critica necessaria per saper cogliere gli elementi della modernità che possono riproporre i germi di quello che la storia ha sconfitto”. In questo modo la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, ha introdotto il programma di attività per le scuole sulla conoscenza della Shoah. Un programma che viene lanciato in vista del Giorno della Memoria, che si celebrerà il 27 gennaio prossimo, ma che attraverserà tutto il 2018, concentrandosi sugli 80 anni dall’emanazione delle leggi razziali.

Tra le iniziative del Miur, c’è quella di un cartone animato promemoria di una tragedia. Si chiama “la stella di Andra e Tati” e racconta, attraverso le voci di doppiatori come Loretta Goggi e Leo Gullotta, la vera storia delle sorelle Bucci, deportate ad Auschwitz-Birkenau durante la Seconda guerra mondiale all’età di 4 e 6 anni, intrecciandosi con quella di una scolaresca dei nostri giorni in gita di istruzione nello stesso campo di concentramento. Realizzato dal Miur, in collaborazione con la Rai e Larcadarte, è il primo cartoon sulla tematica della Shoah realizzato in Europa.

Tra le attività programmate per l’anno appena avviato , oltre al consueto Viaggio della Memoria per commemorare l’anniversario della liberazione del campo di Auschwitz-Birkenau che coinvolgerà in un’esperienza didattica unica, dal 21 al 23 gennaio, un centinaio di studenti delle Superiori, ci sono anche un seminario di formazione per insegnanti e dirigenti scolastici sui temi dell’integrazione, dell’accoglienza e della lotta al razzismo, un portale nazionale per la divulgazione delle buone pratiche per l’educazione alla Shoah nelle scuole e la pubblicazione di un ebook, “Gli anni della vergogna”, destinato agli studenti delle Superiori, che rievoca le vicende che hanno portato alla deportazione degli ebrei dall’Italia.

Le iniziative sono promosse anche con il Consiglio Superiore della Magistratura e l’Unione delle Comunità Ebraiche, sulla base di una Carta d’Intenti siglata a gennaio dello scorso anno a Cracovia. Infine, sempre in collaborazione con l’Ucei, sarà riproposto, anche per questo anno scolastico, il concorso “I giovani ricordano la Shoah, giunto alla sua XVI edizione e rivolto a tutte le classi del I e II ciclo di istruzione. Le classi vincitrici saranno premiate al Quirinale dal Presidente della Repubblica e dal Presidente delle Comunità Ebraiche. Il concorso, che ha fatto registrare una partecipazione crescente, fornirà le opere per la mostra itinerante che farà tappa almeno in due città italiane e sarà accompagnata da una serie di eventi.